Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino

martedì 12 Dicembre 2017

 

ricerca avanzata
 
 
Farmacie di turno
 

I turni delle farmacie della provincia vengono aggiornati ogni mese.

 
Farmacie della Provincia
 


L'indirizzario delle Farmacie viene aggiornato semestralmente.

 
Indirizzi utili

Aziende U.S.L., Ospedali, Guardia Medica, Ordini Farmacisti limitrofi, ecc.

 
 

Le pillole del farmacista

Ottobre 2017
CHI SI AMMALA DI ANORESSIA


Il profilo di massima del soggetto che si ammala di anoressia, in genere, è di una persona (quasi sempre una ragazza) che si impone sacrifici estenuanti pur di raggiungere traguardi sempre più ambiziosi, a partire dal campo scolastico-formativo o lavorativo, per proseguire a quello affettivo e per arrivare perfino al campo dello sport o degli hobbies. Non di rado, peraltro, l’anoressica è in grado di ottenere brillanti successi, data la tenacia e la viva intelligenza che solitamente caratterizza tali persone. Ebbene, tale atteggiamento “da leader” e “da vincente” spesso si rispecchia anche nel rapporto con il cibo. Si pretende di gestire la propria alimentazione in modo del tutto autonomo, in base solo ai dettami della ferrea volontà personale e non più seguendo il bisogno naturale e il proprio istinto. In effetti, l’appetito e una voglia morbosa di nutrirsi, almeno nelle fasi iniziali, sono assillanti: è proprio l’apparente successo che riesce ad ottenere nel rifiutarsi di sottostare agli stimoli che l’anoressica si sente appagata e accresciuta nelle sue sicurezze, di cui ha un bisogno insaziabile. La fame del corpo viene compensata, in definitiva, dalla soddisfazione della fame di autocontrollo, indipendenza e sicurezza. L’anoressica conduce in genere una vita molto attiva (anche se, a volte, solo dal punto di vista intellettuale) e, invece di reintegrare le numerose calorie spese, si astiene dal mangiare o mangia pochissimo e quasi solo alimenti a basso contenuto calorico, riuscendo a subire, spesso con un senso di orgoglio per la propria capacità di autocontrollarsi, dei massacranti digiuni. Con l’esaltazione esasperata della propria forza di volontà, si riescono, così, a vedere compensate (anche se a carissimo prezzo e in maniera del tutto illusoria) la fragilità e l’impotenza nei confronti degli eventi esterni, indipendenti dalla propria volontà (che, a volte, sono la causa scatenante della turba psichica, come stiamo per vedere). Si tenta ostinatamente di controllare il mondo “mettendo ordine dentro di sé”, rinunciando, pertanto, a tutto quello che viene avvertito come superfluo, cibo compreso.

 
Archivio notizie   

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino
Galleria Roma, 8 - Scala D
61100 Pesaro
Tel. 0721 34802 - Fax 0721 378112
e-mail: info@ordfarmacistips.it
            ordinefarmacistipu@pec.fofi.it

 

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino Copyright 2005

web design: nowhere