Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino

venerdì 22 Ottobre 2021

 

ricerca avanzata
 
 
Farmacie di turno
 

I turni delle farmacie della provincia vengono aggiornati ogni mese.

 
Farmacie della Provincia
 


L'indirizzario delle Farmacie viene aggiornato semestralmente.

 
Indirizzi utili

Aziende U.S.L., Ospedali, Guardia Medica, Ordini Farmacisti limitrofi, ecc.

 
 

Le pillole del farmacista

Agosto 2021
Otoplastica


L’Otoplastica è una procedura chirurgica progettata per correggere le anomalie della cartilagine dell'orecchio responsabile delle cosiddette “orecchie a sventola”. Lo scopo dell'operazione è quello di ridare alle orecchie  una simmetria che crei un aspetto naturale.

L’Otoplastica può essere eseguita sia in età  adulta o adolescenziale, la correzione può essere eseguita anche dal 7° anno in poi, età in cui i bambini iniziano a mostrare disagio per la loro condizione.

Tale intervento, se non è dovuto a incidente casuale, è sempre programmato e studiato dal chirurgo per trovare la formula giusta da adattare al viso, si tratta quindi di un fattore puramente estetico.

Come avviene l’intervento?

  • Durante la prima fase dell'operazione si praticano delle piccole incisioni nel solco retro-auricolare, ovvero nella piega dietro l'orecchio.

A secondo dei casi, altre piccole incisioni sono eseguite nella parte anteriore interna e sono nascosti dalle pieghe naturali dell’orecchio.

  • La seconda fase della procedura, invece, prevede la lavorazione a livello della cartilagine.

Sono fattibili azioni diverse in funzione del tipo di modifica da apportare:

  • Striature
  • Incisioni
  • Resezione  
  • Suture di fissaggio

La determinazione di tali azioni dipende dal tipo di anomalie da correggere, e comunque la decisione è stata presa durante la consultazione preoperatoria.

Infine per suturare, il chirurgo mette i punti con un filo non assorbibile che deve essere controllato e tolto dopo 10 giorni circa dall’intervento, questa precauzione è finalizzata a proteggere il risultato, i punti che si assorbono da soli scomparirebbero in breve tempo causando effetti indesiderati.

Dopo la sutura si procede al bendaggio elastico, piuttosto “fitto” per consentire alle orecchie di assestarsi nella posizione determinata in fase d’intervento.

Dopo 10/15 giorni circa i punti saranno tolti, mentre il bendaggio deve essere tenuto ancora per almeno 2 settimane, poi poco a poco si potrà tenerlo solo la notte per un periodo di 3 mesi circa.

Per quanto riguarda le cicatrici, anche se non visibili, scompariranno nell’arco di un paio d’anni.

L’intervento si esegue in anestesia locale e dura da 50 minuti a 1 ora e mezza.

Decorso post operatorio e rischi

Il decorso post operatorio è piuttosto doloroso, pertanto oltre agli antibiotici del caso il chirurgo prescriverà anche degli antidolorifici.

Il paziente dovrà osservare assoluto riposo e convivere con i sintomi iniziali:

  • Orecchie gonfie
  • Lividi
  • Dolore locale

I rischi legati all’intervento da considerare, seppur di media entità sono:

  • Ematoma
  • Infezione
  • Necrosi

I risultati solitamente sono perfetti, ma a causa di uno dei casi citati potrebbero esserci complicazioni estetiche facilmente recuperabili con un piccolo ritocco.

 
Archivio notizie   

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino
Galleria Roma, 8 - Scala D
61100 Pesaro
Tel. 0721 34802 - Fax 0721 378112
e-mail: info@ordfarmacistips.it
            ordinefarmacistipu@pec.fofi.it

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino Copyright 2021

Cookie Policy