Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino

lunedì 19 Novembre 2018

 

ricerca avanzata
 
 
Farmacie di turno
 

I turni delle farmacie della provincia vengono aggiornati ogni mese.

 
Farmacie della Provincia
 


L'indirizzario delle Farmacie viene aggiornato semestralmente.

 
Indirizzi utili

Aziende U.S.L., Ospedali, Guardia Medica, Ordini Farmacisti limitrofi, ecc.

 
 

Sanità ultime notizie

27 maggio 2005
Farmaci: si della Fofi e non di Assorfarm al principio attivo

Il commento del Presidente dei Farmacisti Giacomo Leopardi

In merito alla proposta dell'Antitrust di introdurre l'obbligo per i medici di indicare nelle ricette il principio attivo e non il nome della specialità medicinale, il presidente della Federazione degli Ordini dei Farmacisti (Fofi), Giacomo Leopardi, commenta positivamente la sortita del presidente dell'Autorità per il mercato Antonio Catricalà. «Un decisivo passo verso la definitiva affermazione dei generici - afferma Leopardi - con conseguenze positive sulla spesa e quindi sulle tasche dei cittadini. Ma anche un recupero di immagine e di ruolo per il medico e per il farmacista che mediano l'accesso al farmaco del cittadino». «Nonostante il maggior impegno chiesto ai farmacisti - continua il presidente - il loro ruolo professionale di garanti dell'accesso meditato, sicuro e garantito al farmaco sarebbe reso sicuramente più visibile da una ricetta contenente il solo principio attivo, che li costringerebbe a illustrare al paziente tutte le opzioni di farmaci disponibili rispetto all'indicazione del medico curante, per metterlo così in condizione di scegliere con la dovuta consapevolezza». Leopardi risponde anche a «una sortita del presidente della Fnomceo, Giuseppe Del Barone, scettico sul rispetto da parte dei farmacisti dell'obbligo di indicare ai pazienti l'esistenza dei corrispondenti generici a minor prezzo». «I farmacisti hanno tutto l'interesse professionale a sostenere il generico - dice Leopardi - questo hanno fatto e questo continueranno a fare, con il massimo impegno. Spero che possa essere così per tutti. Anche per coloro che, forse, sono preoccupati che l'affermazione del generico possa tradursi in un indebolimento di uno storico e stretto rapporto con le aziende farmaceutiche». La giunta esecutiva di Assofarm, la federazione aziende e servizi socio-farmaceutici, esprime invece perplessità sulla misura del decreto legge che ammette la possibilità per i farmacisti di praticare sconti fino al 20% sui prezzi di listino dei farmaci di automedicazione. «Tale misura - spiega l'Assofarm in una nota - può innescare politiche di marketing molto spinte che possono provocare lo smantellamento del modello farmaceutico italiano. Comunque le misure devono essere completate da un progetto più ampio di innovazione di un settore non in linea con l'Europa che presenta taluni squilibri e modalità superate». «È prioritario favorire il generico anche su farmaci di fascia C. Poteva essere evitata la puntualizzazione relativa alle possibilità per il medico di impedire la sostituzione, oppure far loro esplicitare i motivi della non sostituibilità - precisa la federazione - ma questa iniziativa andava decisa all'epoca dell'introduzione del generico». «Una prima proposta del progetto di innovazione è un nuovo modello di remunerazione della farmacia non più basato sulla percentuale del prezzo dei farmaci ma anche in base al livello dei servizi per la salute resi e per le loro accessibilità. Il nostro impegno prioritario - conclude Assofarm - è di considerare gli interessi dei pazienti, promuovendo prestazioni di alto livello in riferimento ai costi per gli utenti e per la collettività».

 
Archivio notizie   

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino
Galleria Roma, 8 - Scala D
61100 Pesaro
Tel. 0721 34802 - Fax 0721 378112
e-mail: info@ordfarmacistips.it
            ordinefarmacistipu@pec.fofi.it

 

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino Copyright 2005

web design: nowhere