Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino

mercoledì 14 Novembre 2018

 

ricerca avanzata
 
 
Farmacie di turno
 

I turni delle farmacie della provincia vengono aggiornati ogni mese.

 
Farmacie della Provincia
 


L'indirizzario delle Farmacie viene aggiornato semestralmente.

 
Indirizzi utili

Aziende U.S.L., Ospedali, Guardia Medica, Ordini Farmacisti limitrofi, ecc.

 
 

Sanità ultime notizie

5 agosto 2005
Fumo. Le ultime novità

Emergenza fumo giovanile e controlli sul rispetto della legge

Emergenza fumo giovanile. Il fumo fra gli adolescenti e' emergenza in Europa con un aumento drammatico di giovanissimi che fumano tra gli 11 e i 15 anni. Lo studio europeo sul comportamento dei ragazzi in eta' scolare nei confronti della salute Health Behaviour in School-Aged Children Study ha analizzato il comportamento nei confronti del fumo fra gli adolescenti di 35 paesi ed ha rivelato che i ragazzi che a 11 anni, circa il 15% ha provato una sigaretta. A 15 anni questo dato aumenta almeno di quattro volte, al 62%. In molti nuovi Stati Membri in Europa il fumo e' un grave problema: Lituania, Lettonia, Estonia, Repubblica Ceca, Polonia e Ungheria fanno parte del gruppo di 12 paesi con la piu' alta percentuale di fumatori tra i giovani. Questi risultati sono particolarmente allarmanti, in quanto iniziare presto a fumare e' uno dei piu' importanti indicatori dei fumatori adulti e si correla anche ai forti fumatori. La percentuale di ragazze che fumano continua a crescere in numerosi paesi e regioni e sembra vi sia un modello geografico per differenze di sesso nei fumatori: ci sono piu' ragazzi che ragazze fumano nei paesi dell'est, mentre sono piu' ragazze che ragazzi a fumare in molti paesi nordici e dell'Europa occidentale. Tuttavia, sono proprio i maschi a iniziare a fumare prima delle ragazze. Facile accesso al tabacco, pubblicita' e deboli sforzi per il controllo del tabacco sono i fattori ambientali indicati nello studio che incoraggiano i giovani ad iniziare a fumare. L'Unione Europea ha cosi' promosso una campagna dedicata proprio ai giovanissimi e condotta, quindi, proprio a scuola, coinvolgendo 28.000 classi in 17 paesi. La maggior parte dei giovani vuole smettere di fumare e crede di poterlo fare per proprio conto, ma solo pochi ci riescono. Anche se e' piu' facile che le ragazze cerchino di smettere di fumare, per i maschi e' piu' facile riuscirci. Lo studio sostiene cosi' la necessita' di fare prevenzione molto presto, gia' all'asilo, e alle elementari. Inoltre, questi programmi devono tenere in considerazione gli elementi specifici dei due sessi. Le ragazze adolescenti dovrebbero essere seguite in particolare, in quanto il fumo abituale cresce piu' rapidamente per loro e puo' causare in futuro effetti sulla salute della donna. Lo Smoke Free Class-Competition e' un concorso contro il fumo finanziato dall'Unione Europea che si svolge in tutta Europa nelle classi scolastiche. Le classi si impegnano a non fumare per un periodo fino a 6 mesi e le classi che si trattengono dal fumare possono vincere molti premi, il piu' importante dei quali e' un viaggio in uno degli altri paesi partecipanti.
La legge anti-fumo e i controlli: il parere del Ministro Storace. ''Non si tornera' indietro ma apriremo un confronto con gli esercenti'': il ministro della Salute Francesco Storace chiarisce cosi' le sue intenzioni sulla legge antifumo. ''Ho avuto un colloquio con Bille' che mi aveva scritto che gli stessi esercenti non mettono in discussione il principio della legge - ha spiegato il ministro - ne parleremo a settembre dopo che avro' letto le motivazioni della sentenza del Tar. Un tavolo va aperto, ma cio' non significa che si vada per forza in una direzione piuttosto che in un'altra''. Su alcune ''rigidita' della legge segnalate dagli esercenti Storace ha anche spiegato di avere gia' avuto un confronto con il ministro delle attivita' produttive Scajola. ''In ogni caso non si tornera' indietro'' ha concluso il ministro.
 
Archivio notizie   

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino
Galleria Roma, 8 - Scala D
61100 Pesaro
Tel. 0721 34802 - Fax 0721 378112
e-mail: info@ordfarmacistips.it
            ordinefarmacistipu@pec.fofi.it

 

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino Copyright 2005

web design: nowhere