Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino

martedý 22 Maggio 2018

 

ricerca avanzata
 
 
Farmacie di turno
 

I turni delle farmacie della provincia vengono aggiornati ogni mese.

 
Farmacie della Provincia
 


L'indirizzario delle Farmacie viene aggiornato semestralmente.

 
Indirizzi utili

Aziende U.S.L., Ospedali, Guardia Medica, Ordini Farmacisti limitrofi, ecc.

 
 

SanitÓ ultime notizie

9 dicembre 2005
Diabete

I fattori di rischio

Tv, ascensori, snack, patatine e merendine, in pratica vita sedentaria e alimentazione non equilibrata sono fra comportamenti favorenti il diabete, malattia che riguarda oltre 3 milioni gli italiani e gli esperti stimano che 1 milione ne soffre senza nemmeno saperlo. Nel mondo invece i diabetici sono circa 170 milioni e le stime parlano di 300 milioni entro il 2025. Fra questi oltre il 90% e' colpito dal diabete di tipo 2 e nei Paesi industrializzati il diabete e' una delle principali cause di morte. Questo e' l'allarme di Paolo Brunetti, ordinario di Medicina Interna all'universita' degli Studi di Perugia, lanciato in vista dell'incontro ''Diabete e rischio cardiovascolare: nuove acquisizioni e prospettive future'' che in programma a Roma il 9 e 10 dicembre. ''Nuove terapie contribuiscono a combattere il problema - ha spiegato Brunetti - ma in realta' i tre moschettieri contro il diabete sono corretta alimentazione, attivita' fisica e terapie intensive a base del farmaco pioglitazone''. Le cifre che riguardano questa malattia sono, per Brunetti, paragonabili a quelle di ''una vera strage'' e, inoltre, ''si parla troppo poco di stili di vita corretti e di diabete''. ''Se non si interviene gia' dall'eta' scolare - ha avvertito - la malattia potrebbe essere destinata a crescere in modo esponenziale''. Il diabete, secondo gli esperti, e' una delle maggiori emergenze in campo sanitario e ''in Italia - ha detto Brunetti - i suoi costi sociali assorbono circa il 7% della spesa sanitaria nazionale''. Inoltre non e' da ''sottovalutare l'espandersi del fenomeno a categorie, come quella di bambini''. Tra le prime cause del diabete, ha fatto notare il professore, ci sono le cattive abitudini quotidiane. ''Basta pensare - ha spiegato - che gli italiani passano in media 1 ora e 22 minuti al giorno seduti in automobile, 7 ore che in media passano seduti ad un banco o ad una scrivania. Il tutto senza considerare che il 19.3% del tempo lo passano a guardare la Tv''. ''Se a questo ha continuato - aggiungiamo un'alimentazione che va ben oltre il fabbisogno quotidiano, ecco individuate le cause. Di fatto ci troviamo di fronte ad una marea di soggetti diabetici per i quali serve una prevenzione cardiovascolare specifica, cosa che oggi e' possibile grazie a terapie intensive che utilizzano nuovi farmaci a base di pioglitazone''. Inoltre ''bisogna fare molto a livello di educazione scolastica, nutrizionale, e sportiva - ha concluso - serve un progetto piu' organico e sistematico proprio perche' sui giovani e' ancora possibile intervenire sugli stili di vita. Servono risorse da dedicare alla cultura dell'attivita' fisica, interventi che portino nella scuola dei corsi di corretta alimentazione''.
 
Archivio notizie   

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino
Galleria Roma, 8 - Scala D
61100 Pesaro
Tel. 0721 34802 - Fax 0721 378112
e-mail: info@ordfarmacistips.it
            ordinefarmacistipu@pec.fofi.it

 

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino Copyright 2005

web design: nowhere