Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino

sabato 21 Luglio 2018

 

ricerca avanzata
 
 
Farmacie di turno
 

I turni delle farmacie della provincia vengono aggiornati ogni mese.

 
Farmacie della Provincia
 


L'indirizzario delle Farmacie viene aggiornato semestralmente.

 
Indirizzi utili

Aziende U.S.L., Ospedali, Guardia Medica, Ordini Farmacisti limitrofi, ecc.

 
 

Sanità ultime notizie

28 dicembre 2005
Comunicato Stampa Federfarma

FARMACI A CARICO DEI CITTADINI: PER LA PRIMA VOLTA PREZZI IN DISCESA

 

federfarma

federazione nazionale unitaria

dei titolari di farmacia italiani

COMUNICATO STAMPA

27 DICEMBRE 2005

FARMACI A CARICO DEI CITTADINI: PER LA PRIMA VOLTA PREZZI IN DISCESA

Per la prima volta dal 1996, anno della liberalizzazione dei prezzi dei farmaci a carico dei cittadini, i dati ISTAT elaborati dal Ministero dell’Economia mostrano che tali medicinali quest’anno (fino a ottobre 2005) non hanno registrato aumenti di prezzo. Anzi, hanno subito una riduzione dello 0,3%.

Tale risultato è dovuto innanzitutto al blocco dei prezzi dei farmaci a carico dei cittadini, introdotto dal decreto-legge Storace (decreto-legge n. 87/2005, convertito nella legge n. 149/2005), a partire dal mese di maggio 2005 e in vigore fino al gennaio 2007. Il blocco è intervenuto su una situazione che aveva fatto registrare nell’ultimo anno aumenti di prezzo in alcuni casi superiori al 200% e differenze di prezzo con gli altri Paesi europei superiori al 40% (fonte Ministero della salute).

Se il blocco ha impedito ulteriori aumenti, la riduzione dei prezzi è dovuta allo sconto che le farmacie stanno praticando da maggio 2005 in misura via via crescente sui medicinali senza obbligo di ricetta medica. Poiché i medicinali senza ricetta costituiscono meno della metà del complesso dei farmaci a carico dei cittadini, la riduzione determinata dallo sconto praticato dalle farmacie è ben superiore allo 0,3% ed è in costante crescita. Infatti, anche a seguito del recente accordo tra il Ministro della salute e Federfarma, un numero sempre maggiore di farmacie pratica una riduzione di prezzo su un numero sempre più ampio di medicinali senza obbligo di ricetta medica. Inoltre, va considerato che lo sconto, così come il blocco dei prezzi, è in vigore solo da fine maggio e che il Ministero dell’Economia ha analizzato i dati fino a ottobre 2005, quindi il calo dello 0,3% riguarda solo 5 mesi dell’anno e sarebbe nettamente maggiore se calcolato su base annua.

In realtà, il cittadino ha risparmiato molto di più. Infatti, alla riduzione dei prezzi conseguente al blocco e allo sconto, si deve aggiungere il risparmio che il cittadino ottiene quando il farmacista sostituisce il medicinale a pagamento prescritto dal medico con uno equivalente di prezzo nettamente inferiore. Questo è un risparmio che non viene rilevato dall’ISTAT (che monitora semplicemente i prezzi), ma che incide positivamente sulle tasche dei cittadini.

Sono molti, infatti, i medicinali che sono stati ampiamente sostituiti da equivalenti che costano meno della metà. Purtroppo, però, ancora oggi la sostituzione non viene sempre accettata dai cittadini che, specie gli anziani, restano affezionati al farmaco di marca, più conosciuto.

Nettamente più marcata (-5,2%) la riduzione dei prezzi rilevata dall’ISTAT per i medicinali a carico del SSN, quei medicinali cioè che non hanno i prezzi liberi, bensì controllati dallo Stato. Per contenere la spesa pubblica, lo Stato, oltre a contrattare i prezzi con le aziende produttrici, ha introdotto una riduzione generalizzata dei prezzi di tutti i farmaci prescrivibili a carico del SSN e ha previsto un’ulteriore riduzione selettiva sui soli farmaci che hanno fatto crescere troppo la spesa.

 
Archivio notizie   

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino
Galleria Roma, 8 - Scala D
61100 Pesaro
Tel. 0721 34802 - Fax 0721 378112
e-mail: info@ordfarmacistips.it
            ordinefarmacistipu@pec.fofi.it

 

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino Copyright 2005

web design: nowhere