Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino

martedý 22 Maggio 2018

 

ricerca avanzata
 
 
Farmacie di turno
 

I turni delle farmacie della provincia vengono aggiornati ogni mese.

 
Farmacie della Provincia
 


L'indirizzario delle Farmacie viene aggiornato semestralmente.

 
Indirizzi utili

Aziende U.S.L., Ospedali, Guardia Medica, Ordini Farmacisti limitrofi, ecc.

 
 

SanitÓ ultime notizie

1 marzo 2006
Ipertensione

Sui 15 milioni di italiani che ne soffrono, soltanto 9 si curano

Su 15 milioni di italiani che soffrono di ipertensione, soltanto 9 si curano e soltanto 1 su 6 segue in modo corretto le prescrizioni del medico. Sono questi alcuni dati presentati oggi a Roma, nel convegno organizzato dal direttore della clinica medica dell'universita' di Milano Bicocca-Ospedale San Gerardo di Monza Giuseppe Mancia, dal farmacologo Francesco Rossi, della Seconda Universita' di Napoli, e dal cardiologo Luigi Tavazzi, del Policlinico S. Matteo di Pavia. Dall'incontro e' emerso inoltre che il mancato controllo della pressione e' causa ogni anno in Italia di 220.000 ictus, oltre 90.000 infarti del miocardio e 180.000 casi di scompenso cardiaco. ''Ogni anno - ha osservato Mancia - i pazienti con ipertensione piu' o meno grave che si presentano ai centri specializzati sono quasi 9 milioni. Un numero impressionante che, grazie a tecnologie diagnostiche sempre piu' innovative, saremmo in grado di tenere sotto controllo, scongiurando o almeno riducendo il rischio di eventi cardiovascolari acuti''. Tuttavia solo una minima parte dei pazienti segue correttamente le cure, con un altissimo costo in termini di salute ed economici. Secondo le stime, presentate da Rossi, responsabile della Sezione di Farmacologia del dipartimento di Medicina Sperimentale e preside della Facolta' di Medicina e Chirurgia della seconda universita' di Napoli, ''il mancato controllo della pressione e' causa di 220.000 ictus, oltre 90.000 infarti del miocardio e oltre 180.000 casi di scompenso cardiaco l'anno. Il costo economico di queste complicanze - ha aggiunto - e' 2-3 volte piu' grande di quanto si spenderebbe per trattare con farmaci adeguati tutti gli ipertesi nello stesso periodo di tempo''. Solo un iperteso su 6 (circa il 17% dei pazienti) riesce a seguire con successo la terapia, riducendo la pressione ai valori 140/90 mmHg, ha osservato Tavazzi. La percentuale scende al 3% se i valori da raggiungere sono quelli di 130/80 mmHg, consigliati ai pazienti ad alto rischio. Il problema maggiore, secondo gli esperti, e' il carattere cronico delle cure e ritengono che un aiuto possa venire da farmaci piu' tollerabili, come i sartani. In futuro, hanno osservato, la comprensione dei meccanismi genetici e fisiopatologici dell'ipertensione consentira' di mettere a punto terapie sempre piu' mirate sul singolo paziente, con un maggior controllo dei livelli di pressione e del rischio cardiovascolare, e con minori effetti collaterali.
 
Archivio notizie   

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino
Galleria Roma, 8 - Scala D
61100 Pesaro
Tel. 0721 34802 - Fax 0721 378112
e-mail: info@ordfarmacistips.it
            ordinefarmacistipu@pec.fofi.it

 

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino Copyright 2005

web design: nowhere