Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino

sabato 22 Settembre 2018

 

ricerca avanzata
 
 
Farmacie di turno
 

I turni delle farmacie della provincia vengono aggiornati ogni mese.

 
Farmacie della Provincia
 


L'indirizzario delle Farmacie viene aggiornato semestralmente.

 
Indirizzi utili

Aziende U.S.L., Ospedali, Guardia Medica, Ordini Farmacisti limitrofi, ecc.

 
 

SanitÓ ultime notizie

10 marzo 2006
Il paradosso della nuova legge 49/2006

Rischio di abuso di tranquillanti e ansiolitici

Un paradossale rischio di abuso di tranquillanti e ansiolitici, come 'effetto collaterale' della nuova legge che regola gli stupefacenti. A denunciare il rischio e' il Movimento Nazionale Liberi Farmacisti (MNLF) che esprime numerosi dubbi e perplessita' sulla nuova legge, la 49/2006. In particolare quello che preoccupa il MNLF non sono tanto gli adempimenti burocratici che in alcuni passaggi, quando la legge andra' a pieno regime, dovrebbero essere semplificati, quanto piuttosto le norme di dispensazione dei farmaci elencati nell'ultima sezione (Tab. II sez. E) delle tabelle degli stupefacenti presenti nella legge. Qui sono iscritti anche i farmaci a base di benzodiazepine, farmaci questi che hanno un notevole potenziale di abuso e che quando sono usati a fini terapeutici vengono utilizzati soprattutto per curare ansia e insonnia. Nella precedente legislazione questi farmaci potevano essere acquistati in farmacia attraverso la presentazione di una ricetta ripetibile valida per cinque confezioni all'interno di un periodo di tre mesi. Con la nuova legge sugli stupefacenti gli stessi farmaci potranno essere acquistati sempre cinque volte ma entro un un mese dalla prescrizione del medico. ''L'accorciamento del periodo di validita' delle ricetta invece di porre sotto un piu' stretto controllo l'uso di questi farmaci - spiega Fabio Romiti, vice presidente del MNLF - paradossalmente ne aumenta le possibilita' di abuso, in quanto il paziente puo' acquistare un numero maggiore di confezioni a parita' di tempo. E' facile prevedere che con la nuova legge i pazienti cercheranno di avere tutte le confezioni dispensabili entro il mese di validita', mentre nella vecchia legge lo stesso numero era ripartito in tre mesi. Meglio sarebbe stato - prosegue Romiti - legare la validita' della ricetta rispetto alla posologia indicata dal medico, limitandola, in questo modo, a un mese di terapia effettivo e permettendo, al contempo, un piu' efficace controllo della terapia da parte del medico''. Entrata in vigore il 28 febbraio scorso e comunicata agli operatori sanitari il 1 marzo dal ministero della Salute la legge sta creando alcune difficolta' interpretative nel mondo della sanita'. Il MNLF auspica ''un ripensamento delle istituzioni su una norma che incide sull'uso di farmaci spesso oggetto di abuso soprattutto negli anziani''.
 
Archivio notizie   

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino
Galleria Roma, 8 - Scala D
61100 Pesaro
Tel. 0721 34802 - Fax 0721 378112
e-mail: info@ordfarmacistips.it
            ordinefarmacistipu@pec.fofi.it

 

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino Copyright 2005

web design: nowhere