Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino

giovedý 24 Maggio 2018

 

ricerca avanzata
 
 
Farmacie di turno
 

I turni delle farmacie della provincia vengono aggiornati ogni mese.

 
Farmacie della Provincia
 


L'indirizzario delle Farmacie viene aggiornato semestralmente.

 
Indirizzi utili

Aziende U.S.L., Ospedali, Guardia Medica, Ordini Farmacisti limitrofi, ecc.

 
 

SanitÓ ultime notizie

24 marzo 2006
Ipertensione, Diabete e ObesitÓ

Drammatico il ritratto dei giovanissimi italiani

Ipertesi, diabetici, sovrappeso (se non addirittura obesi) gia' a 15 anni: e' il drammatico ritratto dei giovanissimi italiani che hanno delineato gli esperti oggi a Milano, durante una conferenza stampa dal titolo 'Italia: da Paese di obesi a Paese di diabetici?'. ''Nel nostro Paese - ha commentato Michele Carruba, presidente della Societa' Italiana dell'Obesita' (Sio) -, a fronte di un dato per gli adulti che dice come uno su tre sia in sovrappeso e il 9,1% obeso, mediamente e' obeso il 13% dei bambini e degli adolescenti. Inoltre, il 26,9% dei maschi e il 21,2% delle femmine tra i 6 e i 17 anni e' sovrappeso, con un picco soprattutto nella fascia d'eta' 6-9 anni''. ''Inoltre - ha spiegato Antonio Pontiroli, presidente della Societa' Italiana di Diabetologia (Sid) -, a causa dell' obesita' oggi sono in aumento vertiginoso tra i giovani i casi di diabete di tipo 2, quello una volta definito senile. I dati piu' recenti ci dicono che ne e' colpito il 6% dei ragazzi europei obesi, di eta' tra 6 e 17 anni. Inoltre, e' sempre piu' elevato il numero di giovani italiani diabetici con complicanze cardiovascolari gia' a 30 anni. Sono persone di fatto a rischio di infarto e di altre patologie cardiache in giovane eta'''. Una situazione preoccupante, insomma, che secondo gli esperti va combattuta lottando proprio contro l'obesita': ''Infatti le complicanze dell'essere obesi - ha continuato Pontiroli -, e cioe' diabete e ipertensione arteriosa, possono essere prevenute con interventi sugli stili di vita, migliorando ad esempio l'alimentazione o l'attivita' fisica, sia a scuola che nel tempo libero. Sono da riservare invece all'eta' adulta le cure farmacologiche e gli interventi chirurgici''. La terapia del diabete nel soggetto obeso - ricordano comunque gli esperti - e' particolarmente difficile, ma si sa che una riduzione di peso di 10 kg ''permette di ottenere un miglioramento inimmaginabile con i farmaci''. Ma quali sono le conseguenze di questa tendenza, che porta malattie tipiche dell'eta' adulta anche nei piu' giovani? Secondo Carruba ''un bambino su due oggi in condizione di sovrappeso o di obesita' lo sara' anche da adulto, con un drammatico impatto sull'aspettativa di vita. Giovani adulti con un'obesita' particolarmente accentuata sono destinati a vivere in media 10 anni di meno dei loro coetanei non obesi''. ''Eppure il diabete - conclude Pontiroli - e' la quarta causa di morte nei paesi industrializzati, con circa 3 milioni di decessi l'anno. Praticamente come l'AIDS, a cui pero' i governi destinano risorse enormemente superiori. Cio' senza considerare che i costi del diabete sono tra i piu' elevati: 2.800 euro in media a paziente in Italia, cioe' 8,5 miliardi di euro l'anno. Ecco perche' e' fondamentale la collaborazione di tutti per arginare questo fenomeno sempre piu' preoccupante''.
 
Archivio notizie   

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino
Galleria Roma, 8 - Scala D
61100 Pesaro
Tel. 0721 34802 - Fax 0721 378112
e-mail: info@ordfarmacistips.it
            ordinefarmacistipu@pec.fofi.it

 

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino Copyright 2005

web design: nowhere