Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino

martedì 22 Ottobre 2019

 

ricerca avanzata
 
 
Farmacie di turno
 

I turni delle farmacie della provincia vengono aggiornati ogni mese.

 
Farmacie della Provincia
 


L'indirizzario delle Farmacie viene aggiornato semestralmente.

 
Indirizzi utili

Aziende U.S.L., Ospedali, Guardia Medica, Ordini Farmacisti limitrofi, ecc.

 
 

Sanità ultime notizie

25 settembre 2019
Bimbo morto per otite, Fiamo e Siomi: pronti a condannare comportamenti negligenti

Articolo tratto da Farmacista33

Il processo che vede al centro la vicenda del bambino di 7 anni deceduto il 27 maggio 2017 in seguito all'aggravarsi di un'otite non deve diventare un processo all'omeopatia né ai medici che la utilizzano. In discussione è una malpractice non l'inefficacia dell'omeopatia: Pronti a condannare comportamenti negligenti. Questa la posizione espressa dai vertici di Fiamo (Federazione Italiana Associazioni e Medici Omeopati) Siomi (Società Italiana di Omeopatia e Medicina Integrata), entrambi membri del comitato direttivo del Cno (Coordinamento Nazionale Omeoterapie), nel giorno in cui ad Ancona si apre il processo a Massimiliano Mecozzi il medico che aveva in cura il bambino morto. Quanto successo, secondo Antonella Ronchi, presidente della Fiamo «sembra la conseguenza di una malpractice, non di inefficacia dell'omeopatia; eppure è stata l'omeopatia a essere messa sul banco degli imputati. Come sempre, le responsabilità penali sono individuali e il compito della giustizia è stabilire al di là di ogni ragionevole dubbio se nel comportamento del medico ci siano state negligenza o imperizia, o meno. Mi auguro che si evitino sgradevoli e inopportune speculazioni su questa tragica vicenda, che ha visto un bimbo di 7 anni perdere la vita per un'otite».
«Purtroppo, accade sempre più spesso che i fatti di cronaca che hanno in qualche modo a che fare con l'omeopatia diventino un'occasione per mettere sotto accusa la medicina complementare e questo è profondamente sbagliato, cinico e strumentale- sottolinea Simonetta Bernardini, Presidente della Siomi - Se le accuse mosse dalla procura nei confronti del dottor Mecozzi dovessero essere confermate in Tribunale - prosegue - da parte nostra arriverà una condanna senza compromessi. Se venisse accertato, inoltre, come riportato dalla stampa, che la maggior parte delle consulenze avveniva via telefono, saremo i primi a censurare un modo di lavorare che è contrario a qualsivoglia approccio della medicina, in particolare quella omeopatica che fa del rapporto diretto con il paziente una delle sue caratteristiche peculiari. L'omeopatia, per altro, è bene ricordarlo, è stata riconosciuta come atto medico già dal 2002».
«A chi vorrebbe sfruttare con spregiudicato cinismo una piccola vittima per i fini polemici e propagandistici ci permettiamo di ricordare - conclude Ronchi - che i processi sono percorsi dolorosi che riguardano gli atti compiuti dalle persone, in questo caso un medico, e devono portare alla definizione di responsabilità individuali. Non possono essere trasformati in momenti di propaganda mediatica o in luoghi autorizzati a pronunciarsi sulla efficacia o meno di una terapia. Per questo ci sono altri luoghi, luoghi di dibattito aperto, centri di ricerca, università. Occorre soprattutto tornare all'essenza dell'approccio scientifico: la disponibilità al dubbio, a mettere in discussione opinioni consolidate e cristallizzate, e all'ascolto di esperienze diverse dalla propria".
 
Archivio notizie   

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino
Galleria Roma, 8 - Scala D
61100 Pesaro
Tel. 0721 34802 - Fax 0721 378112
e-mail: info@ordfarmacistips.it
            ordinefarmacistipu@pec.fofi.it

Privacy Policy  

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino Copyright 2019

Cookie Policy