Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino

lunedì 18 Novembre 2019

 

ricerca avanzata
 
 
Farmacie di turno
 

I turni delle farmacie della provincia vengono aggiornati ogni mese.

 
Farmacie della Provincia
 


L'indirizzario delle Farmacie viene aggiornato semestralmente.

 
Indirizzi utili

Aziende U.S.L., Ospedali, Guardia Medica, Ordini Farmacisti limitrofi, ecc.

 
 

Sanità ultime notizie

30 ottobre 2019
Farmacie in Europa, Federfarma fa chiarezza sui dati Ocse

Articolo tratto da Federfarma.it

Il documento diffuso dall’Ocse (Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo in Europa sulla regolamentazione di attività economiche e professionali nei vari Paesi aderenti), scatta una fotografia dell’esistente che prende in esame anche alcuni aspetti della distribuzione dei farmaci.

Il settore viene analizzato attraverso risposte schematiche a 9 domande, che non approfondiscono la tipologia e gli effetti delle modalità di regolazione adottate e che contengono anche alcuni errori.

Per quanto riguarda l’apertura di nuove farmacie, dai dati OCSE risulta che 14 Paesi su 26 adottano restrizioni di tipo geografico e 12 prevedono comunque vincoli riguardo all’area in cui può essere aperta una farmacia: l’Italia rientra in entrambe l3 categorie. Proprio grazie alle regole vigenti, la farmacia italiana è tra le più capillari d’Europa, con un rapporto farmacia/abitanti di una farmacia ogni 3.129 abitanti a fronte di una media europea di una farmacia ogni 3.275 abitanti e con 7.000 farmacie rurali, che operano nei piccoli centri anche con poche centinaia di abitanti.
Non solo, l’Italia è l’unico Paese europeo in cui il numero delle farmacie sta aumentando in modo considerevole a seguito dei concorsi banditi nelle Regioni a partire dal 2012. In diversi altri Paesi, tra cui Germania e Francia, il numero delle farmacie sta diminuendo in quanto troppo elevato rispetto ai bisogni della popolazione e quindi non sostenibile economicamente.

Ad integrazione dei dati OCSE, va anche detto che, nei Paesi in cui non risultano restrizioni di tipo geografico o relative all’area in cui è possibile aprire farmacie, esistono altri tipi di vincoli (di tipo strutturale o organizzativo) che limitano la possibilità di aprire le farmacie, proprio perché nessun mercato nazionale sarebbe in grado di sostenere un’apertura indiscriminata di esercizi.

Per quanto riguarda la vendita di medicinali senza ricetta, in 14 Paesi risulta consentita la vendita fuori farmacia, ma – cosa che non emerge dal documento OCSE – si tratta nella maggior parte dei casi di elenchi ristretti di medicinali da banco, individuati dalle autorità sanitarie. Nel prospetto OCSE sono indicati 4 Paesi (Italia, Olanda, Slovenia, Svizzera) nei quali è prevista la presenza del farmacista per la vendita di medicinali senza ricetta in esercizi diversi dalle farmacie. Tali dati non corrispondono alla realtà: in Olanda è consentita la vendita di medicinali senza ricetta nei drugstores, ma senza farmacista, mentre in Slovenia e in Svizzera è prevista la vendita di alcuni medicinali di uso consolidato e privi di particolari rischi al di fuori della farmacia con il supporto di un “tecnico/assistente farmaceutico” (con una formazione equivalente a una nostra laurea breve), mentre un ulteriore elenco di prodotti da banco è in libera vendita.

I dati reali dimostrano chiaramente che, come più volte affermato da Federfarma:
1.        la parafarmacia con il farmacista al proprio interno è un’anomalia italiana nel panorama europeo;
2.        non risulta praticabile in alcun paese dell’UE l’apertura indiscriminata di nuove farmacie;
3.        in nessun paese dell’UE i farmaci che richiedono l’esibizione della ricetta medica sono dispensabili al di fuori delle farmacie;
4.        la vendita di medicinali senza ricetta in esercizi diversi dalla farmacia è limitata ad un elenco ristretto comprendente farmaci venduti liberamente (o con l’assistenza di personale tecnico, non di laureati in farmacia), nell’ottica di consentire un accesso diffuso a medicinali per piccoli disturbi, spesso in confezioni ridotte, come del resto confermato da appositi studi commissionati dal PGEU (Raggruppamento Farmaceutico dell’Unione Europea).
 
Archivio notizie   

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino
Galleria Roma, 8 - Scala D
61100 Pesaro
Tel. 0721 34802 - Fax 0721 378112
e-mail: info@ordfarmacistips.it
            ordinefarmacistipu@pec.fofi.it

Privacy Policy  

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino Copyright 2019

Cookie Policy