Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino

giovedì 24 Settembre 2020

 

ricerca avanzata
 
 
Farmacie di turno
 

I turni delle farmacie della provincia vengono aggiornati ogni mese.

 
Farmacie della Provincia
 


L'indirizzario delle Farmacie viene aggiornato semestralmente.

 
Indirizzi utili

Aziende U.S.L., Ospedali, Guardia Medica, Ordini Farmacisti limitrofi, ecc.

 
 

Sanità ultime notizie

15 settembre 2020
Vaccini antinfluenzali, intesa in Stato-Regioni, alle farmacie 250mila dosi

Articolo tratto da RifDay

La Conferenza Stato-Regioni, in una riunione presieduta dal ministro degli Affari Regionali Francesco Boccia,  in collegamento con il presidente della Conferenza delle Regioni Stefano Bonaccini (nella foto), i presidenti delle Regioni e la sottosegretaria alla Salute Sandra Zampa, ha approvato ieri l’intesa per rivedere la quota delle dosi dei vaccini antinfluenzali che le Regioni potranno destinare al sistema territoriale delle farmacie, garantendo così la possibilità di acquisto del vaccino da parte dei privati, con il governo che si è impegnato a reperire le dosi necessarie per coprire integralmente il fabbisogno delle Regioni per le categorie fragili.

La decisione – richiesta a gran voce nelle scorse settimane dalle sigle delle farmacie  – persegue l’obiettivo di concorrere a prevenire la probabile concomitanza di circolazione del Covid-19 e dell’influenza stagionale, ma le quote di vaccini assegnate alle farmacie di comunità non potranno certamente soddisfare le necessità dei cittadini privati che non rientrano nelle categorie coperte dalla campagna di vaccinazione pubblica, il cui fabbisogno è stimato tra 1,2 e 1,5 milioni di dosi.

Alle farmacie, infatti, secondo il documento licenziato ieri, andrebbero non più di 250 mila dosi di vaccino (in media, 12,5 a farmacia, secondo il calcolo subito fatto da qualcuno), che potranno essere distribuite dalla stesse Regioni  in distribuzione per conto oppure – ove qualche Regione optasse per questa possibilità – consentendo alle farmacie di rifornirsi direttamente presso le aziende fornitrici, che potranno utilizzare allo scopo le quantità di vaccino rese disponibili dalla rinuncia delle Regioni a una quota parte delle forniture inizialmente richieste (e tali, come è noto, da assorbire completamente l’intera produzione).

Immediata la protesta delle sigle delle farmacie, di cui riferiamo in quest’articolo.

“Guardando oggi alla campagna vaccinale per prevenire l’influenza occorre considerare due ordini di fattori”  ha spiegato Bonaccini in una nota alla stampa.  “Il primo è che la vaccinazione anti-influenzale sebbene non abbia una efficacia al 100% può contribuire a ridurre il carico di malattie nella popolazione e ciò è ancora più importante se consideriamo il caso in cui influenza e Covid-19 siano simultaneamente presenti in una comunità. Contenere il numero di casi di influenza facilita poi la diagnosi differenziale ed evita il sovraccarico del sistema sanitario”.
Il secondo fattore sono proprio i circa 800 mila cittadini che ogni anno non rientrano fra le categorie per le quali la vaccinazione è raccomandata e si rivolgono comunque al farmacista per acquistare il vaccino a proprie spese
Poiché la raccomandazione per il vaccino anti-influenzale quest’anno è stata estesa a categorie d’età non incluse in precedenza, le Regioni hanno provveduto e stanno provvedendo a un’acquisizione più ampia di vaccini. Per questo occorre ora un intervento redistributivo delle Regioni per renderne disponibile una percentuale minima, l’1,5 per cento (eventualmente incrementabile dalle singole Regioni) nelle farmacie.
“L’unica condizione che abbiamo posto e su cui abbiamo avuto assicurazioni dal Governo”  conclude Bonaccini  “è che sia assicurato comunque il quantitativo necessario per gli anziani (ultra sessantacinquenni e per quest’anno anche a partire dai 60 anni), per le persone appartenenti a categorie a rischio, alle donne in gravidanza, agli addetti ai servizi essenziali e, quest’anno, anche ai bambini fra i 6 mesi e i 6 anni”.
 
Archivio notizie   

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino
Galleria Roma, 8 - Scala D
61100 Pesaro
Tel. 0721 34802 - Fax 0721 378112
e-mail: info@ordfarmacistips.it
            ordinefarmacistipu@pec.fofi.it

Privacy Policy  

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino Copyright 2019

Cookie Policy