Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino

domenica 17 Gennaio 2021

 

ricerca avanzata
 
 
Farmacie di turno
 

I turni delle farmacie della provincia vengono aggiornati ogni mese.

 
Farmacie della Provincia
 


L'indirizzario delle Farmacie viene aggiornato semestralmente.

 
Indirizzi utili

Aziende U.S.L., Ospedali, Guardia Medica, Ordini Farmacisti limitrofi, ecc.

 
 

Sanità ultime notizie

17 dicembre 2020
Covid-19. Farmacista, farmacie e parafarmacie: pubblicato Studio di analisi attività svolte in pandemia

Articolo tratto da Farmacista33

Durante la pandemia Covi-19, la quasi totalità delle farmacie italiane, di comunità e ospedaliere, e le parafarmacie hanno attivato servizi per la prevenzione e il contenimento del contagio: la ricetta dematerializzata (a eccezione delle parafarmacie), la prenotazione farmaci online e telefonica, la consegna dei farmaci a domicilio, il servizio di informazione alla cittadinanza. Inoltre, una buona parte delle farmacie ospedaliere e di comunità ha attivato forme di cooperazione con gli altri professionisti del Ssn, segno di una crescente disponibilità a "fare rete". È il quadro che emerge dall'indagine che il Comitato centrale della Fofi ha commissionato alla The European House - Ambrosetti S.p.A., incentrata, con focus sul periodo di emergenza sanitaria da Covid-19 e sull'attività professionale assicurata dai farmacisti e dalle farmacie di comunità. La survey presentata in occasione del Forum Meridiano sanità e anticipata da Andrea Mandelli presidente Fofi, in un'intervista a Farmacista33 è ora diventata uno Studio strategico di analisi pubblicato dal titolo "Il ruolo dei farmacisti e il valore della farmacia nel Ssn: dall'emergenza Covid-19 allo sviluppo di una sanità di prossimità".

I risultati: servizi e collaborazioni attivati

Il Progetto e lo Studio sono basati anche sugli esiti dell'indagine consultiva condotta nelle scorse settimane, che ha visto il coinvolgimento e la partecipazione di un grande numero di iscritti all'Albo operanti sia nelle farmacie di comunità sia nelle farmacie ospedaliere sia nelle parafarmacie. La quasi totalità delle farmacie italiane, comprese le farmacie ospedaliere e le parafarmacie, "ha dichiarato di aver attivato servizi per la prevenzione e il contenimento del contagio offrendo anche nuovi servizi ai cittadini al fine di garantire la loro sicurezza". In particolare, sui servizi mappati, ricetta dem, prenotazione farmaci online e telefonica, consegna a domicilio, informazione corretta ai cittadini, "il 44% delle farmacie di comunità rispondenti abbia attivato tutti e cinque i servizi per la prevenzione e contenimento del contagio, quota che sale al 45% considerando le sole farmacie rurali; anche il 36% delle parafarmacie (su un totale di 4 servizi) e il 31% delle farmacie ospedaliere dichiarano di aver attivato tutti i servizi sui quali sono state chiamate a rispondere". Il 10% (376) farmacie di comunità ha dichiarato "di aver esteso l'orario di apertura, ponendosi come vero e proprio front office del Ssn; questo valore sale al 31% per le farmacie ospedaliere". In aggiunta, 1 farmacia ospedaliera su 3 afferma che durante la Fase 1 ha attivato ulteriori collaborazioni con altri professionisti del Ssn, in particolare Mmg e infermieri, a testimoniare una rinnovata sinergia tra tutti i professionisti sanitari - aspetto chiave del progetto della Farmacia dei Servizi e condizione imprescindibile per l'azione di riorganizzazione e potenziamento dell'assistenza primaria. "La crescente disponibilità dei farmacisti a "fare rete" con gli altri professionisti, mettendo al servizio della comunità anche la loro conoscenza sanitaria, trova conferma nei dati relativi alle farmacie di comunità: il 13,4% ha avviato nuove collaborazioni con gli altri professionisti del Ssn durante la pandemia, un dato che si attesta al 18% per le farmacie rurali".

Test e diagnostica Covid-19 e supporto al trattamento

Relativamente alla diagnosi del Covid-19 tramite l'esame sierologico, all'interno delle Regioni in cui le farmacie di comunità sono state abilitate all'effettuazione dei test rapidi (Emilia-Romagna e Provincia Autonoma di Bolzano), la quota di aderenti al servizio ha raggiunto rispettivamente il 59% e il 50%, a fronte di una media nazionale dell'11%. Anche sotto il profilo del supporto al trattamento del Covid-19, le farmacie italiane si sono dimostrate distintive: il 43% dei rispondenti ha dichiarato di aver effettuato (e/o sta effettuando) la fornitura di ossigeno al domicilio dei contagiati. La quota sale al 58% considerando le farmacie situate nella provincia di Brescia e al 71% in quella di Bergamo, 2 delle aree epicentro della pandemia durante la prima ondata; coerentemente, questo servizio è stato offerto anche dal 49% delle farmacie in aree metropolitane (le più colpite dalla pandemia). Il servizio di fornitura di ossigeno al domicilio è fornito anche dalle farmacie ospedaliere (34,5%). Uno dei servizi che ha avuto il maggior sviluppo è stato quello della misurazione della saturazione percentuale dell'ossigeno: il 10% delle farmacie ha attivato questo servizio proprio in questi mesi del 2020 per rispondere ad un bisogno crescente dei cittadini dal punto di vista del monitoraggio della propria salute, e il 17% lo attiverà a breve. Nelle aree più duramente colpite dalla pandemia, come Bergamo, Brescia o Milano, la quota di farmacie che ha attivato il servizio durante l'emergenza è superiore alla media; questo servizio è attivo o in via di attivazione in ben il 64% delle farmacie rurali sussidiate (vs. 46% delle metropolitane).

Covid acceleratore di attivazione di servizi e digitalizzazione

Dalla survey emerge che, è la riflessione proposta, in alcuni casi "l'emergenza sanitaria ha avuto "funzione" di acceleratore nell'attivazione e nello sviluppo di determinati servizi, anche se buona parte delle farmacie era già strutturata in tal senso". La collaborazione con gli Mmg è cresciuta anche grazie alla dematerializzazione della ricetta: se il 35% delle farmacie ha dichiarato di avere già collaborato in modo strutturato con i medici prima dell'emergenza, l'11% ha segnalato come questo sia avvenuto proprio durante l'emergenza e un ulteriore 14% ha manifestato l'intenzione di strutturare forme di maggiore collaborazione prossimamente. La percentuale di farmacie rurali e sussidiate che avevano una collaborazione strutturata coi Mmg già prima della crisi sanitaria era rispettivamente del 40% e 42%, a testimonianza dell'importanza che la figura del farmacista, in combinato disposto con quella del medico curante, continua a rivestire nei piccoli centri. C'è stato inoltre un ulteriore impulso anche al processo di digitalizzazione delle farmacie: il 5% dei rispondenti ha aperto un sito web o app della farmacia durante la prima fase della pandemia, un servizio che agevola il contatto con la clientela e che era già stato attivato da più di 1 farmacia su 2 (con una marcata differenza tra farmacie metropolitane e rurali sussidiate: 63% vs. 42%); il 5% dei rispondenti ha inoltre avviato le prenotazioni dei servizi online, così da ridurre al minimo gli spostamenti ed evitare assembramenti in farmacia; il 6%, infine, ha attivato un sistema informatizzato interconnesso con altri servizi della Asl/Regione o con il Fse, quest'ultimo uno strumento prezioso per mettere in collegamento i diversi professionisti della salute e per porre rimedio ad alcune delle criticità emerse durante l'emergenza sanitaria, in primis la ripetibilità delle ricette.
"L'analisi dei dati elaborata all'interno dello Studio - scrive la Fofi in una circolare - dimostra l'importanza del ruolo del farmacista e della farmacia di comunità, quale presidio sanitario più vicino al paziente e maggiormente accessibile per il cittadino, e del farmacista, per la sua attività professionale nella aderenza terapeutica ed offerta dei servizi cognitivi, confermando, quindi, la validità della politica professionale perseguita dalla Federazione degli Ordini dei farmacisti".
 
Archivio notizie   

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino
Galleria Roma, 8 - Scala D
61100 Pesaro
Tel. 0721 34802 - Fax 0721 378112
e-mail: info@ordfarmacistips.it
            ordinefarmacistipu@pec.fofi.it

Privacy Policy  

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino Copyright 2019

Cookie Policy