Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino

martedý 22 Maggio 2018

 

ricerca avanzata
 
 
Farmacie di turno
 

I turni delle farmacie della provincia vengono aggiornati ogni mese.

 
Farmacie della Provincia
 


L'indirizzario delle Farmacie viene aggiornato semestralmente.

 
Indirizzi utili

Aziende U.S.L., Ospedali, Guardia Medica, Ordini Farmacisti limitrofi, ecc.

 
 

SanitÓ ultime notizie

7 giugno 2006
Il cervello di Einstein

Cosa manca al nostro perchŔ gli somigli?

Cosa manca al nostro cervello perche' assomigli a quello (forse unico) di Albert Einstein? La risposta e' in uno studio, condotto negli Stati Uniti e in Argentina e di prossima pubblicazione, che e' stato citato ieri dalla versione online del quotidiano Indipendent: non solo il cervello di Einstein era piu' grande, ma aveva una forma e un numero di cellule caratteristico, che lo rendevano 'superiore alla norma'. Nello studio, i ricercatori hanno paragonato le peculiarita' di Einstein con quelle di altri quattro uomini (morti intorno ai 76 anni, come lo scienziato), scoprendo che il cervello di Einstein presentava alcune parti piu' grandi della media, per un totale del 15% in piu' di cellule grigie. Una scoperta forse scontata, ma che non e' l'unica: infatti diversi altri studi hanno evidenziato che il cervello dello scienziato conteneva un numero elevatissimo di cellule gliali, il cui compito e' quello di circondare ogni singolo neurone per proteggerlo e rifornirlo di energia. Condizione che, secondo quanto riportato dall' Indipendent, potrebbe indicare un consumo di energia superiore alla norma, traducibile in una maggiore 'agilita' cerebrale'. Ricerche precedenti a questa hanno invece dimostrato che anche la densita' del cervello di Einstein era fuori dal comune, mentre la sua corteccia cerebrale (la parte piu' esterna del cervello, su cui avvengono le elaborazioni piu' importanti) era piu' sottile. Inoltre, nel cervello dello scienziato sono stati trovati alcuni solchi cerebrali inconsueti, in un'area che si ritiene implicata nelle capacita' logico-matematiche. Il condizionale, comunque, e' d'obblig ''Non e' ancora chiaro quali effetti abbiano esattamente queste differenze sul cervello - spiegano i ricercatori dello studio piu' recente - bisogna avere cautela, perche' potrebbero anche essere semplici segni dell'eta'''. I ricercatori suggeriscono anche che il cervello di Einstein potrebbe non essere poi cosi' unic ''Anche altre persone potrebbero avere le stesse caratteristiche, ma potrebbero non avere mai avuto l'occasione di usarle come ha fatto Einstein''.
 
Archivio notizie   

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino
Galleria Roma, 8 - Scala D
61100 Pesaro
Tel. 0721 34802 - Fax 0721 378112
e-mail: info@ordfarmacistips.it
            ordinefarmacistipu@pec.fofi.it

 

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino Copyright 2005

web design: nowhere