Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino

domenica 9 Maggio 2021

 

ricerca avanzata
 
 
Farmacie di turno
 

I turni delle farmacie della provincia vengono aggiornati ogni mese.

 
Farmacie della Provincia
 


L'indirizzario delle Farmacie viene aggiornato semestralmente.

 
Indirizzi utili

Aziende U.S.L., Ospedali, Guardia Medica, Ordini Farmacisti limitrofi, ecc.

 
 

Sanità ultime notizie

07 aprile 2021
Farmacista vaccinatore, il percorso formativo abilitante. Ecco gli step per avere la certificazione

Articolo tratto da Farmacista33

In merito al coinvolgimento dei farmacisti nella campagna vaccinale anti Covid-19, che ha registrato nei giorni scorsi la firma dell'Accordo quadro nazionale, da recepire a livello locale, è in corso l'adesione volontaria da parte delle farmacie. Tra i requisiti essenziali previsti, c'è il percorso formativo abilitante, che deve passare per i moduli dell'Iss e la certificazione da parte di un tutor medico o infermiere. Intanto, i titolari devono comunicare la lista dei dipendenti, secondo quanto previsto dal Decreto Covid che ha sancito l'obbligo vaccinale per gli operatori sanitari.

Mandelli: tantissimi i farmacisti che hanno avviato formazione abilitante per vaccinare

«In queste ore tantissimi farmacisti si stanno aggiornando sul portale dell'Iss» è stata la dichiarazione di Andrea Mandelli, presidente Fofi, in una intervista di ieri al Tgcom24. «Con il coinvolgimento dei farmacisti, l'Italia si allinea alla strategia vaccinale di tanti altri Paesi come Usa, Inghilterra, Francia e Portogallo. In una situazione di emergenza, i farmacisti stanno facendo un passo avanti per arginare l'ondata del virus, mettendosi a disposizione per vaccinare. Solo con i vaccini di massa potremo mettere alle nostre spalle questo momento così difficile per il Paese». In molti, è il punto, «hanno già concluso le prime 16 ore di corso» e a breve «verrà completata la formazione teorica». Lo step successivo sarà quello dei «tirocini nelle farmacie con medici e infermieri abilitati alla vaccinazione».

In corso l'adesione volontaria delle farmacie. Federfarma: deadline 7 aprile

Come si ricorderà, infatti, le modalità di vaccinazione in farmacia sono state dettagliate nell'Accordo quadro nazionale - di recente firmato tra Governo, Regioni, Federfarma, Assofarm - che ha fissato i principali requisiti e ha definito il ruolo del farmacista in tutto il percorso, dalla prenotazione del vaccino, alla fase di consenso informato, fino alla somministrazione e osservazione del cittadino. Al momento, è in corso l'adesione volontaria da parte delle farmacie - occorre far avere alla struttura commissariale la lista di quelle interessate in modo che possa essere predisposto il piano di distribuzione -, ma perché i contenuti siano operativi l'Accordo va recepito dalle amministrazioni locali. Tra gli elementi essenziali, ci sono le misure di sicurezza, i requisiti strutturali e organizzativi della farmacia, così come il percorso di abilitazione del farmacista - che deve passare attraverso i moduli formativi organizzati dall'Istituto superiore di sanità.

Il percorso abilitante Iss e la certificazione: ecco gli step

Nel dettaglio, come ricordato dalla Circolare che l'Iss ha inviato agli Ordini, il percorso, disponibile sulla piattaforma eduiss.it, eÌ articolato in due corsi Fad obbligatori. Il primo, dal titolo "Campagna vaccinale Covid-19: la somministrazione in sicurezza del vaccino anti SARS-CoV-2/Covid-19" è già attivo e fruibile, mentre il secondo, dedicato al tema "Campagna vaccinale Covid-19: focus di approfondimento per la somministrazione in sicurezza del vaccino anti SARS-CoV-2/Covid-19 nelle Farmacie", eÌ in via di predisposizione e, in ogni caso, sarà accessibile solo dopo aver completato e superato il primo. Il percorso formativo culmina con una esercitazione pratica: come si legge nell'Accordo, "un professionista sanitario già abilitato alla somministrazione vaccinale (tutor professionale)" che può essere un medico o un infermiere "certifica che il farmacista ha correttamente espletato l'esercitazione pratica finalizzata all'attività di inoculazione. È facoltà del farmacista, all'esito dell'intervenuta attestazione e ferma restando l'efficacia della stessa, proseguire l'attività di inoculazione avvalendosi delle forme di tutoraggio".
A ogni modo, secondo quanto emerge, da parte di Federfarma "per semplificare le procedure, si eÌ convenuto con Governo e Regioni che tale attestato può essere rilasciato da un medico o da un infermiere, presente alla prima seduta vaccinale, per guidare e controllare la correttezza dell'atto di inoculazione da parte del farmacista". Va infine ricordato che, come si legge nell'accordo, che "ai sensi T.U. sulla sicurezza sul lavoro, in ogni farmacia con dipendenti" deve essere "presente un addetto al primo soccorso, opportunamente formato".

Obbligo vaccinale: titolari di farmacia e parafarmacia devono comunicare liste

Intanto, c'è un ulteriore incombenza a cui sono chiamate sia farmacie sia parafarmacie e riguarda l'obbligo vaccinale per gli esercenti le professioni sanitarie e gli operatori di interesse sanitario, sancito dal cosiddetto Decreto Covid, in vigore dal primo aprile: entro il 6, infatti, ordini professionali e datori di lavoro sono tenuti a trasmettere gli elenchi relativi agli iscritti all'Albo (nel primo caso) e dei propri "dipendenti con tale qualifica" nel caso di titolari di farmacia e di parafarmacia. Da Federfarma, l'indicazione per le farmacie è di indicare la lista di "personale laureato e non".
 
Archivio notizie   

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino
Galleria Roma, 8 - Scala D
61100 Pesaro
Tel. 0721 34802 - Fax 0721 378112
e-mail: info@ordfarmacistips.it
            ordinefarmacistipu@pec.fofi.it

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino Copyright 2021

Cookie Policy