Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino

mercoledý 19 Settembre 2018

 

ricerca avanzata
 
 
Farmacie di turno
 

I turni delle farmacie della provincia vengono aggiornati ogni mese.

 
Farmacie della Provincia
 


L'indirizzario delle Farmacie viene aggiornato semestralmente.

 
Indirizzi utili

Aziende U.S.L., Ospedali, Guardia Medica, Ordini Farmacisti limitrofi, ecc.

 
 

SanitÓ ultime notizie

12 luglio 2007
Farmaci al supermercato: la controproposta di Federfarma.

Solo OTC in confezioni a rischio ridotto e niente farmacista.


ROMA - Escludere la presenza obbligatoria del farmacista, come indicato dal decreto Bersani sulla competitivita', e non applicarlo ai Sop, cioe' i farmaci che non possono essere pubblicizzati. Sono alcune delle proposte indicate dai rappresentanti di Federfarma nel corso dell'audizione presso la commissione Bilancio del Senato. ''Il decreto consente a tutti gli esercizi commerciali di vendere i farmaci di automedicazione senza obbligo di ricetta a condizione che la vendita sia assistita dal farmacista - ha detto Franco Caprino, segretario nazionale di Federfarma - In questo modo pero' si ostacola l'accesso ai farmaci in luoghi come autogrill, autostrade, grandi distributori di benzina con serizio notturno, stazioni e aeroporti''. Se pero' si limita la vendita ai farmaci privi di rischi, ''si puo' escludere - ha continuato - la presenza obbligatoria del farmacista, come avviene in altri paesi europei, dove alcuni farmaci piu' maneggevoli sono acquistabili in self service, anche in esercizi diversi dalle farmacie''. Federfarma ha anche chiesto di escludere dall'ambito di applicazione del decreto legge i Sop, cioe' i farmaci che non possono essere oggetto di pubblicita' al pubblico e che non possono essere esposti per essere prelevati direttamente dal cittadino, ''in considerazione delle necessarie cautele d'uso, i problemi di maneggevolezza e i rischi di abuso. Senza contare - ha aggiunto - che tra i Sop ce ne sono alcuni prescrivibili a carico del Ssn e la presenza di alcune specialita' iniettabili intramuscolo ed endovena''. Un altro problema riguardante i farmaci senza obbligo di ricetta e' che spesso sono soggetti a provvedimenti restrittivi, come ritiri dal commercio, revoche o sospensioni all'immissione per motivi di carattere sanitario. Cosa che sarebbe impossibile controllare con la vendita fuori dalle farmacie. ''Si potrebbe quindi - ha aggiunto Giuseppe Impellizzeri, direttore generale di Federfarma - incaricare l'Aifa di riclassificare i medicinali di automedicazione sulla base del criterio dell'effettiva maneggevolezza, e prevedere la realizzazione di confezioni ad hoc, con un limitato numero di unita' posologiche vendibili, cioe' il confezionamento dei medicinali. Una proposta questa fatta anche dal presidente dell'Antitrust, Antonio Catricala', che noi sposiamo in pieno''. I rappresentanti di Federfarma hanno inoltre suggerito di ''applicare gradualmente il decreto, limitando il numero di farmacie che possono essere gestite in forma societaria, cosi' come fatto in Germania, dove non possono essere piu' di quattro quelle che possono far capo ad un unico titolare'' e sono intervenuti anche sul tema dell'ereditarieta'. ''Ferma restando la necessita' che Federfarma sostiene da tempo - ha concluso Caprino - di ridurre i termini concessi agli eredi per cedere la farmacia o la quota societaria, ci sembra opportuno prevedere un termine di tre anni e non di uno, come stabilito dal Governo''.
 
Archivio notizie   

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino
Galleria Roma, 8 - Scala D
61100 Pesaro
Tel. 0721 34802 - Fax 0721 378112
e-mail: info@ordfarmacistips.it
            ordinefarmacistipu@pec.fofi.it

 

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino Copyright 2005

web design: nowhere