Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino

mercoledì 14 Novembre 2018

 

ricerca avanzata
 
 
Farmacie di turno
 

I turni delle farmacie della provincia vengono aggiornati ogni mese.

 
Farmacie della Provincia
 


L'indirizzario delle Farmacie viene aggiornato semestralmente.

 
Indirizzi utili

Aziende U.S.L., Ospedali, Guardia Medica, Ordini Farmacisti limitrofi, ecc.

 
 

Sanità ultime notizie

15 luglio 2006
Troppe ecografie e pochi corsi pre-parto.

Pronto il diegno di legge su diritti di neonato e partoriente.


 ROMA - Troppe ecografie e visite per la donna in gravidanza, ma anche poche informazioni per vivere con piena consapevolezza la gravidanza, il parto e il puerperio. E' quanto messo in evidenza dalla relazione illustrativa del disegno di legge 'Norme per la tutela dei diritti della partoriente e la promozione del parto fisiologico e la salvaguardia della salute del neonato'.
Stando al documento, in Italia nel biennio 2004-2005 il numero medio di ecografie effettuate dalle donne in gravidanza e' stato 5,5 e il 29% delle donne ha fatto 7 o piu' ecografie, mentre il protocollo del Ministero della Salute ne raccomanda solo 3. Dati questi in contrasto a quelli relativi alla percentuale di donne che ha frequentato un corso pre-part soltanto il 30%, con forti differenze per area geografica e livello di istruzione.
Per quanto riguarda quest'ultimo, colpisce che le donne a maggior rischio di non frequentare i corsi siano quelle meno istruite, in fasce d'eta' estreme, che risiedono nelle regioni meridionali, quelle che hanno avuto gia' figli e le casalinghe.
 Inducono a riflettere, come lo stesso ministro della Salute ha osservato presentando il disegno di legge, anche le stime che si riferiscono al numero dei parti di cesarei in Italia: se da una parte, infatti, questi sono in costante aumento (dal 29,9% nel biennio 1999-2000 al 35,2% del 2004-2005), dall'altra, il rischio di mortalita' materna per cesareo e' stato valutato da 2 a 4 volte superiore rispetto al parto vaginale.
Da notare, inoltre, alcune differenze territoriali: le regioni meridionali e insulari del Paese presentano dati peggiori di quelle centrali e settentrionali per quanto concerne il ricorso al parto cesareo e all'anestesia generale, il tasso di mortalita' neonatale e infantile, il basso peso alla nascita, il ricorso all'allattamento al seno.
Nel biennio 2004-2005 il 23,4% delle donne nell'Italia meridionale e il 21,8% nell'Italia insulare ha dichiarato di non aver partecipato a un corso di preparazione al parto perche' non organizzato dalle strutture di riferimento o non accessibile. Il 45,9% delle donne nell'Italia meridionale e il 42,8% in quella insulare ha dichiarato di essere stata sola al momento del parto perche' la struttura non permetteva la presenza di altre persone.
 
Archivio notizie   

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino
Galleria Roma, 8 - Scala D
61100 Pesaro
Tel. 0721 34802 - Fax 0721 378112
e-mail: info@ordfarmacistips.it
            ordinefarmacistipu@pec.fofi.it

 

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino Copyright 2005

web design: nowhere