Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino

martedì 22 Maggio 2018

 

ricerca avanzata
 
 
Farmacie di turno
 

I turni delle farmacie della provincia vengono aggiornati ogni mese.

 
Farmacie della Provincia
 


L'indirizzario delle Farmacie viene aggiornato semestralmente.

 
Indirizzi utili

Aziende U.S.L., Ospedali, Guardia Medica, Ordini Farmacisti limitrofi, ecc.

 
 

Sanità ultime notizie

28 luglio 2006
Lo sciopero delle farmacie










Agitazione confermata, ma disponibilità a trattare

Oggi nuova chiusura della farmacie, che potrebbe protrarsi fino all'approvazione del Dl, a meno che non si riapra al dialogo. La Federazione degli Ordini esorta a ripartire dalla realtà del settore per cercare una soluzione.

L'assemblea generale di Federfarma ha deciso per oggi un nuovo sciopero, con chiusura di tutte le farmacie, con esclusione degli esercizi di turno, fino al sì definitivo al decreto legge Bersani sulle liberalizzazioni. Una scadenza che l'ufficio stampa della Camera dei Deputati fissa a "sabato 29, o al più tardi a mercoledì 2 agosto". Prevista anche l'adesione alla manifestazione romana indetta, sempre per oggi, dai professionisti toccati dal decreto sulle liberalizzazioni. "Siamo in stato di agitazione permanente. Le farmacie resteranno chiuse, eccetto quelle di turno secondo i calendari di ciascuna Regione, come è avvenuto oggi in occasione dello sciopero nazionale", ha spiegato il presidente Giorgio Siri. Ma non basta, i farmacisti offrono la loro disponibilità, "attraverso le farmacie diffuse capillarmente sul territorio nazionale, per la raccolta di firme necessarie al referendum abrogativo del Dl Bersani" ha concluso Siri.

Il presidente di Federfarma ha poi scritto al ministro della Salute, Livia Turco: "Siamo pronti ad un tavolo di confronto per domani, con la massima disponibilità al dialogo e pronti a revocare le agitazioni. Siamo pronti ad interrompere le agitazioni - ha aggiunto Siri - e a vedere se ci sono margini di manovra di comune accordo".

La Federazione nazionale degli Ordini , dal canto suo, esprime una profonda preoccupazione per la situazione indubbiamente grave, e intende adoperarsi in ogni modo perché si ricerchi una soluzione attraverso un dialogo costruttivo e, soprattutto, partendo da un esame della realtà concreta del mondo della farmacia e del farmaco. Un passaggio, fondamentale, che è mancato fin dall'inizio della vicenda del Decreto sulle liberalizzazioni.

_________________________________________________________________________

I ministri invitano al dialogo

"Invito i farmacisti italiani a valutare con attenzione e senso di responsabilità verso i cittadini le ricadute per la tutela della salute della popolazione di una chiusura ad oltranza delle farmacie". E' l'appello del ministro della Salute Livia Turco dopo l'annuncio di Federfarma di effettuare uno sciopero ad oltranza delle farmacie. "Mi auguro - dichiara in una nota la Turco - che la decisione dello sciopero sia pertanto revocata e se ciò avverrà, per quanto mi riguarda, sono pronta al dialogo sin da domani mattina".

Toni analoghi aveva usato in precedenza anche il Ministro per lo Sviluppo economico, Pierluigi Bersani, nel corso dell'audizione davanti alle commissioni congiunte Bilancio e Finanze della Camera.  "Spero che Federfarma ci ripensi" e rinunci alla serrata a oltranza. "E' una reazione non proporzionata". Siamo di fronte a "un cambiamento che ci rende più simili a quello che avviene un po' nel resto del mondo", dice Bersani."C'è l'impegno nostro a verificare anche con i farmacisti che non ci siano dei percorsi di concentrazione indesiderabili" anche perché "andrebbero contro la concorrenza". "Per il resto" ha concluso il ministro "credo che sia ora di riflettere e accettare un passaggio e un cambiamento".

________________________________________________________________________

Il garante interviene sugli scioperi

La Commissione di garanzia sugli scioperi ha deciso di aprire un procedimento per la valutazione del comportamento di Federfarma, come pure per l'Organismo unitario dell'Avvocatura, in occasione degli stop decisi in seguito al varo delle nuove norme contenute nel decreto legge Bersani sulle liberalizzazioni.
Le organizzazioni interessate hanno 30 giorni per far pervenire alla Commissione le loro osservazioni, e per chiedere di essere sentite. Successivamente, si legge in una nota, la Commissione adotterà la decisione definitiva. Nel corso della seduta l'organismo di vigilanza ha rilevato che, per quanto riguarda Federfarma, "nonostante l'indicazione immediata della irregolarità della chiusura delle farmacie per mancato rispetto del termine di preavviso, la Federazione ha confermato l'iniziativa".
 
Archivio notizie   

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino
Galleria Roma, 8 - Scala D
61100 Pesaro
Tel. 0721 34802 - Fax 0721 378112
e-mail: info@ordfarmacistips.it
            ordinefarmacistipu@pec.fofi.it

 

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino Copyright 2005

web design: nowhere