Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino

domenica 27 Maggio 2018

 

ricerca avanzata
 
 
Farmacie di turno
 

I turni delle farmacie della provincia vengono aggiornati ogni mese.

 
Farmacie della Provincia
 


L'indirizzario delle Farmacie viene aggiornato semestralmente.

 
Indirizzi utili

Aziende U.S.L., Ospedali, Guardia Medica, Ordini Farmacisti limitrofi, ecc.

 
 

SanitÓ ultime notizie

30 agosto 2006
OMS: allarme malattie croniche.

Obiettivo: ridurre del 2 % annuo il tasso di mortalitÓ.


ROMA - Una vera e propria emergenza per i sistemi sanitari di tutto il mond sono le malattie croniche, dalle cardiopatie al cancro e il diabete.
Patologie che, contrariamente a quanto si crede, non rappresentano solo un 'problema dei ricchi': negli ultimi 20 anni, infatti, le malattie croniche si sono diffuse anche nei paesi piu' poveri e oggi sono responsabili dell'86% dei decessi in tutta Europa.
Si prevede che uccideranno 400 milioni di persone nei prossimi 10 anni.
A lanciare l'allarme e' il rapporto 'Prevenire le malattie croniche - un investimento vitale', pubblicato dall'Organizzazione mondiale della sanita' (Oms). Proprio le malattie croniche, avverte l'Oms, ''sono ormai la principale causa di morte in quasi tutti i paesi e minacciano sempre di piu' anche lo sviluppo economico''.
Tuttavia, e' il messaggio incoraggiante del rapporto, ''abbiamo le conoscenze per affrontare questa minaccia e salvare milioni di vite'', ma a condizione che si attui un piano di intervento congiunto e un approccio globale che veda la collaborazione di governi, settore privato e societa' civile.
Da qui la nuova sfida lanciata dall'Oms alla comunita' medica: ridurre di un ulteriore 2% l'anno il tasso di mortalita' dovuto a tutte le malattie croniche, cosa che porterebbe a evitare 36 milioni di decessi entro il 2015.
Un obiettivo cui crede fermamente il ministro della salute Livia Turco che, nella prefazione all'edizione italiana del Rapporto, ricorda come i principali fattori di rischio siano soprattutto ipertensione, obesita', sovrappeso, fumo, alcol, colesterolo elevato e sedentarieta': ''Si tratta - afferma Turco - di fattori modificabili grazie a interventi sull'ambiente sociale, come fatto recentemente in Italia con il divieto di fumo nei locali pubblici, e grazie a trattamenti medici. Le istituzioni - afferma ancora il ministro - devono allora impegnarsi su questo fronte attraverso politiche e strategie mirate''. Insomma, e' l'invito del ministro e del rapporto Oms, ''mettere al centro la prevenzione e il controllo delle malattie croniche e' interesse di tutti''.

MALATTIE CRONICHE: 35 MLN DI DECESSI PREVISTI NEL 2005.
Le malattie croniche sono la principale causa di morte in quasi tutti i paesi, tanto che il 60% di tutti i decessi e' dovuto ad esse.
Sono 35 milioni, secondo le previsioni dell'Oms, le morti previste per queste patologie nel 2005 fra tutte la fasce di eta: 2,8 mln per Aids, 1,6 mln per tubercolosi, 883.000 morti per malaria, 17,5 mln per malattie cardiovascolari, 7,5 mln per tumori, 4 mln per malattie respiratorie croniche, 1 mln per diabete. Nei prossimi dieci anni, avverte ancora l'Oms, circa 400 mln di persone moriranno per una malattia cronica.

MINACCIA PER AREE POVERE: 80% MORTI IN PAESI A BASSO REDDITO
Il problema riguarda anche i paesi poveri: l'80% dei decessi per malattie croniche si verifica infatti in paesi a reddito medio-basso, in pari misura tra uomini e donne. Pur non essendo considerata fra le cause di poverta', inoltre, questa minaccia crescente ostacola lo sviluppo economico di molti paesi. Un esempio? La Cina perdera' 558 mld di dollari nei prossimi 10 anni, in valore di reddito nazionale, come conseguenza delle morti premature per malattie cardiache, ictus e diabete. Una decurtazione da 200 a 550 mld di dollari del reddito nazionale e' prevedibile per le stesse cause anche per India e Russia.

L'OBIETTIVO: -2% TASSO MORTALITA' NEI PROSSIMI DIECI ANNI.
L'Oms punta ad una riduzione annuale del 2% nel tasso di mortalita' per malattie croniche a livello mondiale nel corso dei prossimi 10 anni. Si eviteranno cosi' 36 mln di morti premature entro il 2015 e le ''conoscenze per raggiungere questo obiettivo - afferma l'Oms - sono gia' disponibili''.

NO A PREGIUDIZIO ALTI COSTI PREVENZIONE.
Non e' vero che prevenire e controllare le malattie croniche costa tropp ''Sono al contrario possibili diverse soluzioni a costi molto bassi. Per esempio - afferma l'Oms - i principi attivi dei farmaci che evitano complicazioni nei cardiopatici non sono piu' coperti da brevetto e potrebbero essere prodotti per poco piu' di un dollaro al mese''. Tra le misure possibili, conclude l'Oms, anche interventi su tasse e prezzi (per scoraggiare il consumo di prodotti come tabacco e alcol), interventi sulla comunita', nelle scuole e piani di screening.

FONTE: ANSA SALUTE:
 
Archivio notizie   

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino
Galleria Roma, 8 - Scala D
61100 Pesaro
Tel. 0721 34802 - Fax 0721 378112
e-mail: info@ordfarmacistips.it
            ordinefarmacistipu@pec.fofi.it

 

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino Copyright 2005

web design: nowhere