Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino

mercoledì 19 Settembre 2018

 

ricerca avanzata
 
 
Farmacie di turno
 

I turni delle farmacie della provincia vengono aggiornati ogni mese.

 
Farmacie della Provincia
 


L'indirizzario delle Farmacie viene aggiornato semestralmente.

 
Indirizzi utili

Aziende U.S.L., Ospedali, Guardia Medica, Ordini Farmacisti limitrofi, ecc.

 
 

Sanità ultime notizie

12 settembre 2006
Una "sirena" ci salverà il cuore.

Staminali autogene riparano il tessuto cardiaco.



ROMA - Scienziati italiani hanno scoperto la molecola che potrebbe essere somministrata subito dopo un infarto per promuovere la rigenerazione del tessuto cardiaco, incentivando la mobilitazione di cellule staminali ''riparatrici'' dal midollo osseo fino al cuore.
Si tratterebbe di una molecola naturalmente prodotta dal nostro corpo, la ''G-CSF'', una citochina che, secondo lo studio dell'equipe di Antonio Rebuzzi dell'Istituto di Cardiologia dell'Universita' Cattolica del Sacro Cuore di Roma, funziona da richiamo delle staminali ''CD34(+)'' dal midollo osseo fino al cuore, dove queste cellule ripareranno il tessuto danneggiato. La notizia e' stata riportata sull'International Journal of Cardiology.
Ormai sono molte le prove a favore del ruolo positivo delle staminali CD34(+) nella rigenerazione del tessuto cardiaco danneggiato da un infarto acuto del miocardio.
L'idea dei ricercatori che nel mondo lavorano di quest'ambito di ricerca e' che le staminali CD34(+) siano mobilizzate dal midollo e dirette al cuore dall'effetto di molecole 'sirena' che le fanno viaggiare dal midollo al cuore, le citochine presenti nel sangue.
Ma l'identita' della citochina con poteri da sirena per le staminali rimaneva un mistero.
I ricercatori italiani hanno scoperto che tra tante citochine quella cruciale per stimolare il viaggio delle CD34(+) al cuore potrebbe essere la molecola G-CSF.
Gli esperti, infatti, hanno osservato pazienti reduci da un infarto acuto del miocardio, pazienti con angina e individui sani di controllo ed hanno misurato i livelli nel sangue di diverse citochine, la G-CSF ma anche SCF, VEGF, SDF1-alfa.
Tra tutte queste molecole quella cruciale per la mobilitazione delle staminali riparatrici verso il cuore sembra essere la G-CSF, infatti la sua concentrazione cresce al crescere delle CD34(+) circolanti subito dopo un infarto, mentre i livelli di questa citochina sono piu' bassi nei soggetti sani e in quelli con angina.
 ''In questo studio - hanno concluso gli autori - abbiamo dimostrato per la prima volta che la mobilizzazione spontanea delle staminali CD34(+) nel sangue periferico dei pazienti reduci da un infarto acuto e' correlata ai livelli di G-CSF.
Considerando i dati che suggeriscono un ruolo positivo delle CD34(+) sulla funzione ventricolare sinistra, questo studio supporta la somministrazione farmacologica di G-CSF come opzione di trattamento non invasivo per la rigenerazione del tessuto miocardico dopo un infarto''.

FONTE: ANSA SALUTE.

 
Archivio notizie   

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino
Galleria Roma, 8 - Scala D
61100 Pesaro
Tel. 0721 34802 - Fax 0721 378112
e-mail: info@ordfarmacistips.it
            ordinefarmacistipu@pec.fofi.it

 

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino Copyright 2005

web design: nowhere