Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino

lunedý 21 Maggio 2018

 

ricerca avanzata
 
 
Farmacie di turno
 

I turni delle farmacie della provincia vengono aggiornati ogni mese.

 
Farmacie della Provincia
 


L'indirizzario delle Farmacie viene aggiornato semestralmente.

 
Indirizzi utili

Aziende U.S.L., Ospedali, Guardia Medica, Ordini Farmacisti limitrofi, ecc.

 
 

SanitÓ ultime notizie

9 ottobre 2006
Fumo

Calano i ricoveri per attacco cardiaco

Lo stop alle sigarette nei luoghi pubblici grazie alla legge Sirchia antifumo ha determinato in Piemonte un calo dell'11% dei ricoveri per attacco cardiaco per gli individui under-60 nei primi cinque mesi dall'entrata in vigore della legge. La notizia arriva da uno studio dell'Universita' di Torino, pubblicato sulla rivista 'European Heart Journal'. Secondo gli autori dello studio, diretti da Francesco Barone-Adesi, questo calo ha invertito la tendenza fino ad allora in crescita per questa voce di ricovero e potrebbe essere attribuibile in gran parte alla riduzione del fumo passivo piu' che a quella del fumo attivo, inoltre potrebbe rappresentare addirittura una sottostima del reale effetto positivo del divieto di fumo nei luoghi pubblici. Entrata in vigore il 10 gennaio 2005, la Legge 3/03 ha esteso il divieto a locali pubblici e privati aperti al pubblico. I locali che vogliano aprire i battenti ai fumatori devono in base alla norma predisporre degli spazi ad hoc per fumare, ben separati dal resto del locale. Il team piemontese ha voluto tracciare il quadro delle eventuali conseguenze a breve termine in termini di salute pubblica dei nuovi divieti alle ''bionde''. Cosi' gli esperti hanno analizzato per i residenti nella regione Piemonte (4,3 milioni di individui) tutti i ricoveri in spedale con diagnosi di infarto acuto del miocardio e tutti i decessi per questa causa in un intervallo di tempo tra il gennaio 2001 fino a giugno 2005, ovvero fino a cinque mesi dopo l'entrata in vigore dei nuovi divieti. ''Dal febbraio a giugno 2005, il periodo immediatamente seguente all'entrata in vigore della norma - ha spiegato Barone-Adesi - abbiamo registrato un calo dei ricoveri per infarto, 832 casi contro i 922 dello stesso periodo del precedente anno'' per uomini e donne under-60. Poiche' i tassi di infarto erano in aumento per tutto l'intervallo 2001-2004, ha sottolineato Barone-Adesi, il calo riscontrato tra febbraio a giugno 2005 non era attribuibile ad alcuna tendenza di lungo termine. Anzi, ha detto Barone-Adesi, ''e' possibile che la nostra stima di un calo dell'11% degli infarti sia addirittura una sottostima''. Inoltre secondo Barone-Adesi che e' oncologo presso l'ateneo torinese, il calo registrato di infarti e' attribuibile solo per l'1% al fumo attiv ''abbiamo trovato che la riduzione osservata di fumatori in seguito alla legge puo' dar conto solo per lo 0,7% del calo dei ricoveri per infarto''. Questo dipende principalmente dal calo dell'esposizione al fumo passivo, ha detto l'oncologo. Il bando non sembra avere effetto sui ricoveri per infarto degli individui over-60, ma solo perche', ha spiegato Barone-Adesi, su questi tra tutti i fattori di rischio ha meno peso il fumo, anche perche' in questa fascia d'eta' sono pochi coloro che frequentano i locali pubblici. Invece il marcato calo dell'11% che si registra per gli uomini e le donne under-60, e' spiegabile col fatto che il fumo favorisce l'aggregazione piastrinica che puo' dare infarto acuto. Lo studio quindi, ha concluso Barone-Adesi, suggerisce che il divieto di fumare nei locali pubblici ha forti effetti a breve termine contro la morte. Gli effetti a lungo termine su malattie cardiovascolari, respiratorie e cancro andranno in seguito valutati nel corso dei prossimi anni.
 
Archivio notizie   

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino
Galleria Roma, 8 - Scala D
61100 Pesaro
Tel. 0721 34802 - Fax 0721 378112
e-mail: info@ordfarmacistips.it
            ordinefarmacistipu@pec.fofi.it

 

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino Copyright 2005

web design: nowhere