Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino

martedì 13 Novembre 2018

 

ricerca avanzata
 
 
Farmacie di turno
 

I turni delle farmacie della provincia vengono aggiornati ogni mese.

 
Farmacie della Provincia
 


L'indirizzario delle Farmacie viene aggiornato semestralmente.

 
Indirizzi utili

Aziende U.S.L., Ospedali, Guardia Medica, Ordini Farmacisti limitrofi, ecc.

 
 

Sanità ultime notizie

12 dicembre 2006
Italiani farmaco-dipendenti

Sono grandi consumatori di rimedi cardiovascolari e gastrointestinali

Gli italiani si confermano farmaco-dipendenti, grandi consumatori di rimedi cardiovascolari e di medicine per i problemi gastrointestinali. L'identikit emerge dal rapporto Osmed (gennaio-settembre 2006) sull'utilizzo dei farmaci presentato oggi a Roma presso l'Istituto superiore di sanita'. Nei primi nove mesi di quest'anno la spesa farmaceutica totale, pubblica e privata, per i farmaci erogati dalle farmacie e' aumentato dello 0,4%. Il trend, quindi, si mantiene sui binari degli anni passati mentre la spesa pubblica lorda, in nove mesi, ha fatto rilevare un incremento del 3,3%, mentre quella privata una diminuzione del 5,8%. I costi a carico del Servizio Sanitario nazionale (SSN) hanno registrato un incremento dell'8,2% mentre lo sconto a carico delle farmacie e dell'industria e' diminuito del bene 34,7%. Il rapporto Osmed mette, inoltre, in luce il fatto che per effetto dell'abolizione del ticket in alcune regioni la quota di compartecipazione si e' ridotta del 22,8%. Tra i farmaci a carico del cittadino si evidenzia una netta flessione dell'acquisto privato degli erogabili a carico della SSN (- 28,3%) mentre si registra una diminuzione piu' contenuta della spesa per i farmaci di automedicazione.Il rapporto Osmed analizza, quindi, il comportamento delle singole regioni. Dall Alto Adige alla Sicilia: tutte hanno aumentato la spesa pubblica e la spesa totale. La maglia nera spetta alla Calabria (+ 15,4% della spesa netta). L'analisi dei determinanti della spesa mostra come in tutte le regioni vi sia stato un incremento delle quantita' di prescritti. Calabria e Lazio rimangono le due regioni in cui questo strumento di contenimento della spesa viene meno utilizzato. In netto aumento le prescrizioni per i cosi' detti equivalenti: la Puglia ha registrato l'incremento piu' elevato (+24,5% della spesa) mentre la Toscana si conferma prima.In questo settore fanalino di coda e' la Campania. Analizzando i consumi per tipologia del farmaco emerge che i cardiovascolari continuano ad essere i piu' prescritti con una crescita sia in termini di spesa (+ 6,6%) che di quantita' (+7,7%). Importanti aumenti si osservano anche per i farmaci gastrointestinali (+10%) e del sistema muscolo scheletrico (+6,1%). In netto calo di spesa, invece, gli antimicrobici (-8,0%), una variazione, questa, dovuta principalmente alla diminuzione dei prezzi. Per gli equivalenti, secondo il rapporto dell'Osmed, rispetto ai primi 9 mesi del 2005 l'uso e' aumentato dell'8,5% in termini 'dosi definite die' (DDD) e dell'11,2% in termini di spesa. Su questo dato pesa il fatto che quest'anno hanno perso il brevetto diverse molecole e tutto cio' ha modificato sensibilmente lo scenario del settore. Fra le molecole l'associazione amoxicillina e acido clavulanico risulta essere il principio attivo equivalente con la maggior spesa in questo scorcio di 2006. Per quanto riguarda gli antidepressivi va notato il netto incremento dell'escitalopram (+ 25,6% delle DDD) rispetto al minor incremento nell'uso dei farmaci con brevetto scaduto di questa categoria (paroxetina, citalopram e sertalina). Infine tra i farmaci con nota si registra un aumento complessivo del 4% della spesa e del 10,7% delle quantita' prescritte.
 
Archivio notizie   

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino
Galleria Roma, 8 - Scala D
61100 Pesaro
Tel. 0721 34802 - Fax 0721 378112
e-mail: info@ordfarmacistips.it
            ordinefarmacistipu@pec.fofi.it

 

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino Copyright 2005

web design: nowhere