Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino

venerdý 20 Luglio 2018

 

ricerca avanzata
 
 
Farmacie di turno
 

I turni delle farmacie della provincia vengono aggiornati ogni mese.

 
Farmacie della Provincia
 


L'indirizzario delle Farmacie viene aggiornato semestralmente.

 
Indirizzi utili

Aziende U.S.L., Ospedali, Guardia Medica, Ordini Farmacisti limitrofi, ecc.

 
 

SanitÓ ultime notizie

21 dicembre 2006
Vitamina D

Pu˛ ridurre il rischio di sclerosi multipla

La vitamina D nel sangue puo' ridurre il rischio di sclerosi multipla fino al 62%. E' quanto dimostrato in un vasto studio epidemiologico condotto da Alberto Ascherio alla Harvard School of Public Health di Boston e pubblicato sul Journal of the American Medical Association. Al crescere della concentrazione di vitamina D nel sangue, e' emerso da un vasto campione di sette milioni di individui, diminuisce dunque il rischio di sclerosi multipla. In particolare, spiegano gli epidemiologi, si ha una riduzione di rischio del 41% per ogni 50 unita' per litro in piu' di vitamina D presente nel sangue. La sclerosi multipla e' una delle piu' diffuse malattie neurologiche che colpisce ben due milioni di persone nel mondo. E' causata da una reazione impropria del sistema immunitario che attacca le cellule nervose del paziente corrodendone la guaina 'isolante' di mielina. Cio' determina il progressivo deterioramento del sistema nervoso e, quindi, della capacita' motoria del paziente. Gia' in passato alcuni studi sembravano suggerire che la vitamina D, prodotta dal corpo grazie all'esposizione al sole, potesse esercitare una qualche funzione protettiva contro la malattia. Per esempio si era riscontrato che la sclerosi e' piu' diffusa nei paesi dove l'esposizione al sole e' ridotta e che in cavie la somministrazione di vitamina D riduce la progressione della malattia. Ma nessuno di questi studi era finora giunto a un risultato conclusivo. Gli esperti hanno misurato la presenza di vitamina D nel sangue del vasto campione di individui in cui figuravano anche alcuni pazienti ammalati di sclerosi multipla. Dal confronto dei dati e' emerso che maggiore era la concentrazione di vitamina D nel sangue, minore il rischio di restare colpiti dalla malattia. In particolare coloro con la concentrazione ematica piu' alta di vitamina D avevano un rischio di ammalarsi ridotto del 62% rispetto a coloro che invece avevano la concentrazione piu' bassa. Se ''confermati - conclude Ascherio - questi risultati suggeriscono che molti casi di sclerosi multipla si potrebbero prevenire molto semplicemente aumentando i livelli di vitamina D nelle persone a rischio''. Ma servono altre evidenze sperimentali, concludono gli esperti, prima di poter concludere che l'assunzione di tale vitamina sia una valida terapia.
 
Archivio notizie   

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino
Galleria Roma, 8 - Scala D
61100 Pesaro
Tel. 0721 34802 - Fax 0721 378112
e-mail: info@ordfarmacistips.it
            ordinefarmacistipu@pec.fofi.it

 

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino Copyright 2005

web design: nowhere