Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino

mercoledì 14 Novembre 2018

 

ricerca avanzata
 
 
Farmacie di turno
 

I turni delle farmacie della provincia vengono aggiornati ogni mese.

 
Farmacie della Provincia
 


L'indirizzario delle Farmacie viene aggiornato semestralmente.

 
Indirizzi utili

Aziende U.S.L., Ospedali, Guardia Medica, Ordini Farmacisti limitrofi, ecc.

 
 

Sanità ultime notizie

31 gennaio 2007
L'Italia e la lotta contro il fumo

Secondo la Commissione Europea "un esempio da seguire"

Italia esempio da seguire per l'adozione e l'applicazione della normativa antifumo nei locali pubblici, che garantisce un'aria piu' respirabile ai suoi cittadini. Per un calo dei consumi, pero', ci vuole piu' tempo, come dimostra l'aumento dell'1,1% della vendita di sigarette nel 2006 reso noto ieri. La Commissione europea - presentando oggi un Libro Verde sulla crociata contro il fumo passivo, gia' anticipato la settimana scorsa - ha dato le pagelle. Le prime della classe sono risultate Irlanda, Italia, Scozia, Svezia e Malta, tutti paesi che hanno ormai il bando totale del fumo nei locali pubblici o mantengono qualche eccezione. Il commissario alla salute, Markos Kyprianou ha parlato di ''pietra miliare'' presentando il rapporto che apre una riflessione destinata a sfociare in nuove proposte ai governi nel 2008. Per lui, per il commissario cipriota che fumava tre pacchetti di sigarette al giorno (''se ho smesso io possono farcela tutti'', ripete), il comportamento dell'Italia per l'adozione e l'osservanza della legge Sirchia a fine 2003 e' un fiore all'occhiell ''gli italiani sono i piu' favorevoli al divieto, lo e' anche il 70% dei fumatori. E in Piemonte diverse malattie legate al fumo passivo sono diminuite in pochi mesi''. Secondo le cifre del Libro Verde, citate da Kyprianou, ''il fumo passivo uccide, ogni anno, oltre 79.000 adulti nell'Ue. Tra i non fumatori, l'esposizione regolare al fumo di sigaretta provoca aumento del rischio di cancro al polmone tra il 20 e il 30% e di malattie cardiache fra il 25 e il 30%''. Per quanto riguarda chi fuma davvero e compra le sigarette, invece, il commissario e' stato colto di sorpresa dai dati - che non conosceva - resi noti ieri dalla rivista 'Tobacco Observatory': 1,1% di vendite in piu' rispetto al 2005, una quantita' pari a 1.000 tonnellate o 50 milioni di pacchetti di sigarette. ''I dati riguardanti il primo periodo della legge Sirchia - ha ammesso Kyprianou - parlavano di un calo delle vendite del 9%. Ma la normativa vuole proteggere chi non fuma. Per quelli che devono smettere due anni sono pochi per giudicare, bisogna aspettare. Comunque il dato globale e' in diminuzione''. Kyprianou e' conscio delle difficolta' ma punta in alt ''io sono per il divieto totale nei luoghi chiusi, un provvedimento che e' piu' facile da applicare e da controllare e pone tutti sullo stesso piano. Tutti parlano di pub e ristoranti in crisi, ma dove la legge e' applicata non hanno fallito, tutt'altro, in qualche caso hanno aumentato il fatturato''. Il commissario si e' complimentato con la Francia che fra due giorni varera' il divieto (per ora con eccezioni di bar e ristoranti): ''e' un paese di forti fumatori e ha avuto il coraggio di farlo a ridosso delle elezioni'', ha notato Kyprianou. Il quale, a piu' riprese, ha insistito sulla grande popolarita' di cui godono le leggi antifumo passivo laddove sono applicate: ''i governi che mi contrappongono resistenze all'adozione di un divieto totale - ha affermato - forse non si sono resi conto che non si tratta di un'imposizione ai cittadini, ma di una normativa popolare fra la gente''.
 
Archivio notizie   

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino
Galleria Roma, 8 - Scala D
61100 Pesaro
Tel. 0721 34802 - Fax 0721 378112
e-mail: info@ordfarmacistips.it
            ordinefarmacistipu@pec.fofi.it

 

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino Copyright 2005

web design: nowhere