Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino

mercoledì 19 Settembre 2018

 

ricerca avanzata
 
 
Farmacie di turno
 

I turni delle farmacie della provincia vengono aggiornati ogni mese.

 
Farmacie della Provincia
 


L'indirizzario delle Farmacie viene aggiornato semestralmente.

 
Indirizzi utili

Aziende U.S.L., Ospedali, Guardia Medica, Ordini Farmacisti limitrofi, ecc.

 
 

Sanità ultime notizie

1 febbraio 2007
I (possibili) "miracoli" dell'Aspirina

Le sue potenzialità di prevenire gli infarti

Ha pochi anni meno dell'uomo piu' vecchio del mondo, ma l'Aspirina ha ancora molta strada da fare. Intanto fino in Africa, dove le malattie cardiovascolari sono la prima causa di morte, e quindi le potenzialita' di questo farmaco di prevenire gli infarti dovrebbero essere sfruttate, e poi nel campo della ricerca oncologica, per prevenire alcuni tipi di tumori soprattutto dell'apparato digerente. A sostenerlo e' Carlo Patrono, docente di Farmacologia all'universita' Cattolica di Roma, durante un seminario sui 110 anni dall'invenzione del processo industriale di preparazione dell'acido acetilsalicilico, il principio attivo alla base dell'Aspirina. ''Non solo le malattie cardiovascolari sono la prima causa di morte nel mondo - ha detto Patrono, citando un articolo apparso recentemente sul New England Journal of Medicine - ma lo sono soprattutto nei paesi in via di sviluppo, dove ogni anno fanno piu' di 12 milioni di morti. In queste situazioni un farmaco poco costoso come l'Aspirina potrebbe fare moltissimo''. Proprio sulle proprieta' dell'acido acetilsalicilico in basse dosi di prevenire i disturbi cardiovascolari, argomento su cui Patrono ha basato buona parte dei suoi studi, si e' incentrato quasi tutto il seminario. Dagli anni '80 e' noto che oltre alle attivita' antinfiammatorie e analgesiche per cui e' stata messa in commercio nel 1899, l'Aspirina riduce in alcune categorie di pazienti il rischio di morte per infarti o ictus. Gli sforzi attuali sono per stabilire ''quanto'' e ''su chi'' questo rischio e' ridotto. ''Si sta abbandonando l'idea che che basse dosi di farmaco prevengano l'infarto anche in persone sane - ha spiegato il farmacologo - ma ottimi risultati si sono ottenuti nel prevenire ricadute in persone gia' soggette a infarto e ictus, e sui casi di angina instabile''. Nonostante sia passato molto tempo da quando nel 1897 il chimico tedesco Felix Hoffman scopri' il modo di sintetizzare in laboratorio l'acido acetilsalicilico, spinto dal fatto che suo padre era intollerante a quello estratto dalla corteccia del salice, insomma, per l'aspirina ci sono ancora numerose strade da percorrere. ''Una molto promettente e' in campo oncologico - conferma Patrono - ci sono gia' diversi studi che sembrano indicare un certo grado di protezione dato dal farmaco contro alcuni tipi di tumore, specie dell'apparato digerente. Purtroppo in questo campo la Bayer non e' interessata a finanziare ricerche ulteriori, ma bisognerebbe comunque impegnarsi''.
 
Archivio notizie   

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino
Galleria Roma, 8 - Scala D
61100 Pesaro
Tel. 0721 34802 - Fax 0721 378112
e-mail: info@ordfarmacistips.it
            ordinefarmacistipu@pec.fofi.it

 

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino Copyright 2005

web design: nowhere