Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino

sabato 23 Febbraio 2019

 

ricerca avanzata
 
 
Farmacie di turno
 

I turni delle farmacie della provincia vengono aggiornati ogni mese.

 
Farmacie della Provincia
 


L'indirizzario delle Farmacie viene aggiornato semestralmente.

 
Indirizzi utili

Aziende U.S.L., Ospedali, Guardia Medica, Ordini Farmacisti limitrofi, ecc.

 
 

Sanità ultime notizie

15 maggio 2007
Leucemia linfatica cronica e linfomi non-Hodgkin

Arrivano cure specifiche che hanno come bersaglio le singole cellule tumorali

Una nuova realta' si profila per le persone colpite da leucemia linfatica cronica e linfomi non-Hodgkin indolenti: convivere con la malattia, lavorare e condurre una vita normale grazie a cure sempre piu' specifiche che hanno come bersaglio le singole cellule tumorali. Ed e' pensabile, secondo gli ematologi, che in un futuro vicino si possa attuare una eradicazione della malattia. E' quanto emerso dai lavori del convegno internazionale sull'innovazione delle cure nelle malattie ematologiche che vede per due giorni a Roma 500 esperti da tutto il mondo. Uno dei tumori del sangue piu' frequenti e' la leucemia linfatica cronica che costituisce il 30% di tutte le leucemie; grazie ai sempre piu' diffusi controlli e' sempre piu' spesso diagnosticata in anticipo. ''L eta' della diagnosi - afferma il professor Robin Foa', direttore dell Istituto di Ematologia dell Universita' La Sapienza di Roma - si e' abbassata dai 65 ai 55 anni. Nei casi con caratteristiche di aggressivita' clinica, oggi l ematologo puo' utilizzare terapie aggressive con l obiettivo di eradicare la malattia, come si verifica ad esempio per la leucemia acuta - continua il professor Foa' . Questo aspetto e' chiaramente assai rilevante per i pazienti piu' giovani che presentano fattori prognostici sfavorevoli. Per questi pazienti - ha aggiunto - sono in corso, anche nel nostro paese, protocolli di cure innovative grazie alla disponibilita' di una serie di nuove molecole (una di queste e' l'anticorpo intelligente chiamato alemtuzumab) che si sta dimostrando molto attivo, tanto che recentemente l'ente americano dei medicinali sta valutando la registrazione di primo utilizzo''. Al congresso di Roma ampio spazio viene dedicato ai linfomi non-Hodgkin. Si manifestano soprattutto tra i 40 e i 60 anni d eta' anche se sono sempre piu' frequenti negli anziani. Costituiscono circa l 80% dei linfomi totali e sono guaribili solo nella meta' dei casi per le forme aggressive; percentuale che scende al 20-30% nelle forme cosiddette indolenti, molto piu' difficili da eradicare. Ma anche per questi tumori ci sono progressi terapeutici grazie all'uso combinato di tre diverse modalita': la chemioterapia, l'immunoterapia e la radioimmunoterapia. ''Quest'ultima - dice Luigi Zinzani ematologo all'universita' di Bologna - ha un'azione molto mirata grazie ad un anticorpo che si lega come una chiave ad una serratura ad un antigene della cellula tumorale portando anche una sostanza radioattiva che uccide solo quella cellula, risparmiando i tessuti circostanti. All'incontro, promosso dall'azienda Bayer-Schering, si e' parlato anche di investimenti nella ricerca oncologica in Italia. ''Siamo presenti in Italia da tanti anni - ha detto Giovanni Fenu, direttore dell'azienda nel nostro paese - e pensiamo di continuare a investire qui' per lo sviluppo clinico di alcuni nuovi e promettenti medicinali''.
 
Archivio notizie   

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino
Galleria Roma, 8 - Scala D
61100 Pesaro
Tel. 0721 34802 - Fax 0721 378112
e-mail: info@ordfarmacistips.it
            ordinefarmacistipu@pec.fofi.it

 

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino Copyright 2005

web design: nowhere