Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino

mercoledì 14 Novembre 2018

 

ricerca avanzata
 
 
Farmacie di turno
 

I turni delle farmacie della provincia vengono aggiornati ogni mese.

 
Farmacie della Provincia
 


L'indirizzario delle Farmacie viene aggiornato semestralmente.

 
Indirizzi utili

Aziende U.S.L., Ospedali, Guardia Medica, Ordini Farmacisti limitrofi, ecc.

 
 

Sanità ultime notizie

15 marzo 2005
Tumori: "Attenzione a quello che si mangia"

Questo l'avvertimento dell'oncologo Umberto Veronesi, ex Ministro della Salute

Il 30% dei tumori nell'uomo sono correlabili alla dieta e all'alimentazione contro un impatto tra l'1 e il 4% dell'inquinamento atmosferico. Lo ha detto Umberto Veronesi, direttore scientifico dell'Istituto europeo di oncologia, nell'intervento ''Le cause ambientali del cancro'' tenuto al convegno organizzato dal ministero dell'Ambiente 'La comunicazione ambientale: informazione, disinformazione e qualita' della comunicazione'. ''Piu' si mangia e piu' si ha il cancro'', ha detto Veronesi secondo il quale ''mangiare poco e' la prima difesa''. L' alimentazione, ha quindi proseguito il professore, ''conduce dentro di noi grandi quantita' di cancerogeni ambientali'' contro i quali ''frutta e verdura hanno un alto fattore protettivo. Dove si consuma piu' carne ci sono piu' tumori intestinali''. Dall'analisi condotta su 77 farine di polenta effettuata tra novembre 2003 e giugno 2004 - ha riferito Veronesi - e' risultato che il 70% dei campioni presentava aflatossine (sostanza cancerogena naturale causa di tumore del fegato) fuori norma e il 30% rientravano nel limite di 0,5 microgrammi al kg. In particolare il valore era di 2-5 microgrammi al Kg (4-10 volte superiore al massimo consentito) nel 18% dei campioni e addirittura superiore a 5 microgrammi al kg nel 6% di essi. Stesso discorso anche nel latte: la micotossina M1 (tra i cancerogeni naturali), su un andamento settimanale, presentava valori fuori norma tra il 16 e il 57 per cento. Non e' cosi' per i prodotti Ogm, ha osservato Veronesi. ''In prove in campo - ha dichiarato - la contaminazione da parte di aflatossine e di altre micotossine e' risultata piu' bassa do 3-10 volte in mais Ogm (resistente agli insetti) rispetto al mais tradizionale e biologico''. Oltre all'alimentazione, diverse le fonti ambientali dei tumori, come gli agenti infettivi, ha rilevato Veronesi, che hanno un tasso di incidenza mondiale del 18% e che colpiscono maggiormente il fegato (epatite B e C), al cervice uterina (papilloma virus), i tessuti linfatici (Epstein-Barr virus), lo stomaco (Helicobcter Pylori) e il sistema urinario (Schistosoma haematobium). Secondo Veronesi, invece, l'inquinamento atmosferico ''non e' rilevante''. ''Si stima - ha riferito - che possa incidere dell' 1-4 per cento di tutti i tumori. Una piccola percentuale di tumori polmonari, sotto al 5% - ha proseguito - e' attribuibile all'inquinamento atmosferico estern fumi industriali, gas di scarico, riscaldamento domestico e altro''. D'altro canto ''nei fumatori - ha detto Veronesi - il rischio di sviluppo di un tumore al polmone e' 20 volte maggiore rispetto ai non fumatori. Seppure il fumo passivo sia cancerogeno, il rischio e' molto minore (1,2 quello relativo)''. Inoltre il fumo e' causa di tumore non solo al polmone ma anche alla laringe, al pancreas, ai reni e alla vescica ''e se combinato alle bevande alcoliche registra un'alta incidenza di tumore del cavo orale e dell'esofago''. Tra i fattori ambientali di rischio tumori, secondo Veronesi, anche l'esposizione a radiazioni ionizzanti da sorgenti naturali, industriali o mediche ''puo' essere causa leucemia e tumore della tiroide'' e vari farmaci, tra cui quelli usati nella chemioterapia.
 
Archivio notizie   

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino
Galleria Roma, 8 - Scala D
61100 Pesaro
Tel. 0721 34802 - Fax 0721 378112
e-mail: info@ordfarmacistips.it
            ordinefarmacistipu@pec.fofi.it

 

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino Copyright 2005

web design: nowhere