Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino

mercoledì 25 Novembre 2020

 

ricerca avanzata
 
 
Farmacie di turno
 

I turni delle farmacie della provincia vengono aggiornati ogni mese.

 
Farmacie della Provincia
 


L'indirizzario delle Farmacie viene aggiornato semestralmente.

 
Indirizzi utili

Aziende U.S.L., Ospedali, Guardia Medica, Ordini Farmacisti limitrofi, ecc.

 
 

Sanità ultime notizie

11 settembre 2007
La Spesa Farmaceutica continua a calare

I dati relativi ai primi sei mesi del 2007: i commenti

La spesa farmaceutica a carico del Sistema sanitario nazionale rimane sotto controllo anche nel mese di giugno si e' infatti registrato un calo dell'11,7 per cento e, secondo le stime di Federfarma, ''si fa sempre piu' concreta l'ipotesi che la spesa farmaceutica nel 2007 possa rientrare nel tetto del 13 per cento della spesa sanitaria'', pari a 12.229 milioni di euro. I dati di giugno sono in linea con quelli registrati nei primi cinque mesi dell'anno e i primi dati di luglio indicano ''una prosecuzione di questo trend calante. Complessivamente, la spesa farmaceutica netta Ssn nel primo semestre del 2007 e' diminuita del 9,5 per cento rispetto al primo semestre 2006, attestandosi a poco meno di 6 miliardi di euro.
''La diminuzione della spesa - spiega Federfarma in una nota - e' principalmente legata a due fattori: gli interventi sui prezzi dei medicinali varati dall'Aifa-Agenzia del Farmaco (taglio selettivo dei prezzi dei farmaci a maggior impatto sulla spesa, dal 15 luglio 2006, e ulteriore taglio generalizzato del 5 per cento dei prezzi di tutti i medicinali, dall'1 ottobre 2006); e le misure applicate a livello regionale, tra le quali l'estensione del rimborso di riferimento agli inibitori di pompa protonica (antiulcera) e la reintroduzione (Abruzzo e Campania) o l'appesantimento (Sicilia) del ticket''. ''L'insieme di tali interventi - prosegue la nota - ha determinato, nel primo semestre, un calo del valore medio delle ricette del 12,5 per cento. Da notare che il calo di spesa prosegue nonostante i prezzi di numerosi farmaci, anche ad alto volume di prescrizioni, dal primo marzo 2007, siano tornati sui livelli del 30 settembre 2006 (piu' alti degli attuali) a seguito della decisione delle relative aziende produttrici di optare, in sostituzione della riduzione dei prezzi del 5 per cento, per un rimborso diretto alle Regioni (pay-back) ai fini del ripiano dello sforamento del tetto di spesa 2006''. ''Per le farmacie - dice Federfarma - la diminuzione della spesa, accompagnata da un aumento del numero delle ricette, significa un calo di fatturato a fronte di un incremento di attivita' e sta provocando uno stato di sofferenza del settore, particolarmente grave nelle Regioni nelle quali le farmacie subiscono pesanti ritardi nei pagamenti da parte delle Asl. A tal proposito va considerato, inoltre, che le farmacie continuano a dare un rilevante contributo al contenimento della spesa farmaceutica, attraverso lo sconto al Ssn, che ha garantito un risparmio di circa 300 milioni di euro nei primi sei mesi del 2007, ai quali si aggiungono circa 26 milioni di euro derivanti dal pay-back attivato a carico delle farmacie dal 1° marzo 2007''.
Per la ''prima volta'' si realizza una corrispondenza fra spesa farmaceutica programmata e spesa reale, ''una condizione che permettera' una programmazione di medio periodo senza nuovi interventi sulla riduzione dei prezzi'': e' il direttore dell'Aifa (l'agenzia italiana del farmaco) a renderlo noto alla luce dei dati sul consumo di farmaci a disposizione dell'Osservatorio dell'agenzia e dei dati diffusi oggi dalla Federfarma secondo i quali, appunto, la spesa farmaceutica a carico del Sistema sanitario nazionale rimane sotto controllo. Nel mese di giugno si e' infatti registrato un calo dell'11,7 per cento e, secondo le stime di Federfarma, ''si fa sempre piu' concreta l'ipotesi che la spesa farmaceutica nel 2007 possa rientrare nel tetto del 13 per cento della spesa sanitaria'', pari a 12.229 milioni di euro. Un equilibrio che Martini ha quindi confermato. ''Inoltre - ha aggiunto - le risorse che vengono liberate con l'utilizzo di farmaci generici (il cui minor costo produce risparmio per il sistema sanitario nazionale), permettera' l'introduzione sul mercato di farmaci innovativi''.
 
Archivio notizie   

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino
Galleria Roma, 8 - Scala D
61100 Pesaro
Tel. 0721 34802 - Fax 0721 378112
e-mail: info@ordfarmacistips.it
            ordinefarmacistipu@pec.fofi.it

Privacy Policy  

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino Copyright 2019

Cookie Policy