Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino

lunedì 19 Novembre 2018

 

ricerca avanzata
 
 
Farmacie di turno
 

I turni delle farmacie della provincia vengono aggiornati ogni mese.

 
Farmacie della Provincia
 


L'indirizzario delle Farmacie viene aggiornato semestralmente.

 
Indirizzi utili

Aziende U.S.L., Ospedali, Guardia Medica, Ordini Farmacisti limitrofi, ecc.

 
 

Sanità ultime notizie

12 aprile 2005
Ospedali: una rete di cure italiane nel mondo


La Sanità italiana supera le frontiere per arrivare negli angoli più remoti del pianeta, fino agli ospedali e ai centri di cura dove sventola la nostra bandiera. A garantire aiuti e assistenza a distanza è l'«Alleanza degli ospedali italiani nel mondo», una associazione nata circa un anno fa per volontà del Governo - capofila il ministero della Salute - che proprio in questi giorni ha cominciato a raccogliere i primi Sos in arrivo dall'Africa e dall'America del Sud.

L'intenzione è quella di aiutare medici e operatori sanitari nella cura dei nostri connazionali che vivono all'estero, ma anche delle popolazioni locali spesso sguarnite anche delle terapie più semplici.

Le cure varcano le frontiere. L'alleanza - di cui fanno parte 34 ospedali e centri all'estero e 33 strutture di riferimento in Italia - scommette sull'arma in più delle tecnologie: grazie alla telematica i "soci" di questa rete potranno dialogare tra di loro grazie a una "centrale" che smisterà le richieste in arrivo agli esperti che lavorano in Italia nelle strutture all'avanguardia nella cura di alcune patologie e specialità mediche.

Ai quesiti diagnostici e terapeutici in arrivo dai medici e gli operatori sparsi nel mondo sarà assicurata, attraverso un servizio di teleconsulto, una risposta in tempi brevi e non oltre le 72 ore. «Finora - spiega Gianfranco Costanzo, coordinatore del segretariato di assistenza tecnica dell'Alleanza - abbiamo messo in linea grazie anche all'aiuto del Cnipa, il centro per l'informatica della Pa, i primi 25 ospedali, 6 all'estero e 19 strutture italiane di riferimento, per un primo fabbisogno di 14 gruppi di patologie. La nostra intenzione è quella di includere, nelle prossime settimane, tutti gli altri centri estendendo il teleconsulto a 42 gruppi di patologie».

Ma l'alleanza non sarà solo questo. In cantiere ci sono anche interventi legati alla formazione a distanza, a cominciare da corsi ad hoc sull'alfabetizzazione informatica del personale all'estero. E infine gemellaggi e aiuti concreti, come la fornitura di apparecchiature diagnostiche che saranno recuperate dall'immenso bacino degli strumenti dismessi dalle strutture italiane: «Avvieremo una fase negoziale prima con i centri dell'Alleanza e poi con le Regioni e le aziende sanitarie - aggiunge Costanzo - per tenere un inventario aggiornato delle apparecchiature funzionanti che vengono in Italia sostituite con altre di più recente fabbricazione. Negli ospedali italiani c'è, infatti, un normale turnover che potrebbe essere sfruttato a beneficio di quei centri all'estero che magari utilizzano, ancora oggi, radiografi vecchi di alcuni decenni».

Gli ospedali col tricolore. Alcuni vantano un'antica tradizione, eredità delle emigrazioni dei nostri connazionali a metà Ottocento e rappresentano, ancora oggi, un importante punto di riferimento per le nostre comunità all'estero. È il caso degli ospedali del Sud America: l'Umberto I di Montevideo (Uruguay) risale addirittura al 1853, mentre la prima pietra dell'ospedale di Buenos Aires è stata collocata un anno dopo, nel 1854, e conta oggi ben 650 posti letto e oltre 3mila dipendenti di cui mille medici. Oltre cent'anni di vita li hanno accumulati anche l'Umberto I del Cairo (Egitto) o la «Sociedad Italiana de Socorro Mutuo» di Asuncion in Paraguay. A questi ospedali si affiancano, poi, una serie di centri di cura di "trincea", fondati soprattutto in Africa, Europa Orientale e Asia, per far fronte alle gravi carenze dell'assistenza medica locale. Si tratta di strutture che devono i loro natali a missionari, enti religiosi o volontari italiani e dove lavora anche personale medico e infermieristico italiano.

Da questa rete di strutture che parla italiano nasce l'idea del progetto «Ipocm» (Integrazione e promozione degli ospedali e dei centri italiani nel mondo), sostenuto dall'Alleanza, che il prossimo 28 aprile, a Roma, farà il punto sulle sue strategie future.
 
Archivio notizie   

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino
Galleria Roma, 8 - Scala D
61100 Pesaro
Tel. 0721 34802 - Fax 0721 378112
e-mail: info@ordfarmacistips.it
            ordinefarmacistipu@pec.fofi.it

 

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino Copyright 2005

web design: nowhere